Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

Email

Il tuo nome:


Parafilie e normalità

La sessualità tra normalità e patologia, le perversioni, la dipendenza sessuale?

lettera DSono sposato con due bambine. Giorni fa ho fatto un sogno che mi ha shoccato. Ho sognato di avere rapporti con una delle mie figlie. Nel sogno stesso mi sentivo in colpa, mentre al risveglio avevo disgusto di me. Vi sarei grato se mi deste una risposta chiarificatrice visto che ho sempre considerato l'incesto con un naturale orrore. Grazie (Patrizio)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RDato che hai sempre considerato l’incesto con “naturale orrore”, sono altresì naturali queste tue emozioni, sia il disgusto che il senso di colpa. Rispetto alla specificità del sogno, non mi sento di dare delle letture interpretative proprio perché le informazioni che ci può dare un sogno, devono essere legate alla persona, alla sua storia di vita ed alla sua quotidianità. Sono dell’idea però che un sogno possa rappresentare un valido spunto di riflessione senza doverci impaurire rispetto al suo contenuto. Spesso quello che rappresenta è una metafora di nostri specifici vissuti, di problematiche non risolte, di aspetti della propria vita che dobbiamo ancora affrontare in modo efficace. Ti darò quindi delle letture assolutamente generali, che spero ti saranno di aiuto per capirti meglio.
Sognare un rapporto sessuale può assumere il significato di un forte desiderio di intimità e condivisione emotiva; i bambini nel sogno sono spesso metafora della propria infanzia, della creatività, della fantasia e del desiderio di abbandonarsi. L’incesto quindi potrebbe essere letto come desiderio di intimità entrando maggiormente in contatto con il bambino che in ognuno di noi, ma potrebbe essere ancora il desiderio di rielaborare alcuni vissuti lontani, relativi alla propria giovinezza. Sarebbe importante capire anche come mai proprio quella figlia e cosa rappresenta per te.
Come vedi sono letture molto generali che potrebbero aiutarti in questa chiarificazione con te stesso oppure potrebbero rappresentare una spinta per pensare ad altre interpretazioni, sicuramente più vicine alla tua storia ed alla tua vita che conosci ed in cui sei calato.
Un’ultima cosa: si dice, è vero, ma fa riflettere la modalità attraverso la quale descrivi le tue relazioni attuali: <<Sono sposato con due bambine>>…

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lettera D

Uomo 40 anni, single; nella mia vita ho avuto una sola relazione, splendida, con una donna. Mi riterrei eterosessuale in quanto sono piuttosto sensibile al fascino femminile e ne sono attratto, mentre non ho proprio mai provato attrazione per un uomo. Mi piace indossare intimo femminile.
Solo capi miei, comprati apposta. Li indosso soltanto quando sono a casa mia, e con una frequenza che definirei variabile e non ossessiva. Mai pensato a poter essere un vero travestito, soprattutto dalla vita in su. Ma mi sono esibito in webcam e per un po' la cosa mi ha appagato. Da oramai un annetto ho un forte desiderio di poter avere rapporti orali, sempre indossando intimo femminile, con un uomo. Sono genericamente attratto dall'idea di dare piacere, così come era in me molto presente all'epoca della mia relazione eterosessuale; in più sono affascinato dall'immagine in cui la donna da' piacere all'uomo, e se non da immagini e concetti di vera sottomissione, quanto meno dal concetto di donarsi, di mettersi a disposizione. Non so come fare per convivere con queste pulsioni, per gestirle; e non sono riuscito a comprendere di più su questa situazione, per cercare una maggiore stabilità. Che potrei fare?
Uomo 40 anni, single; nella mia vita ho avuto una sola relazione, splendida, con una donna. Mi riterrei eterosessuale in quanto sono piuttosto sensibile al fascino femminile e ne sono attratto, mentre non ho proprio mai provato attrazione per un uomo. Mi piace indossare intimo femminile.Solo capi miei, comprati apposta. Li indosso soltanto quando sono a casa mia, e con una frequenza che definirei variabile e non ossessiva. Mai pensato a poter essere un vero travestito, soprattutto dalla vita in su. Ma mi sono esibito in webcam e per un po' la cosa mi ha appagato. Da oramai un annetto ho un forte desiderio di poter avere rapporti orali, sempre indossando intimo femminile, con un uomo. Sono genericamente attratto dall'idea di dare piacere, così come era in me molto presente all'epoca della mia relazione eterosessuale; in più sono affascinato dall'immagine in cui la donna da' piacere all'uomo, e se non da immagini e concetti di vera sottomissione, quanto meno dal concetto di donarsi, di mettersi a disposizione. Non so come fare per convivere con queste pulsioni, per gestirle; e non sono riuscito a comprendere di più su questa situazione, per cercare una maggiore stabilità. Che potrei fare?? (Paolo)

 

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera R

Il feticismo è probabilmente una delle perversioni oggi molto frequente, soprattutto nel mondo maschile. Il feticcio – come l’intimo femminile – rappresenta in questi casi una modalità per raggiungere il piacere. Quello che racconti mi fa pensare però che tale perversione non abbia un carattere di esclusività e di ossessività, tipica delle parafilie patologiche; al tempo stesso ho poche informazioni per poter dire di più. Spesso nel feticismo il piacere è provocato da tutta la preparazione e quello che il feticcio rappresenta: il “donarsi”, “mettersi a disposizione” per l’altro. Non mi è chiaro se nella tua relazione passata eri tu a donarti alla partner o viceversa. Credo però che potrebbe essere utile riflettere su cosa ti abbia lasciato questo rapporto che definisci splendido, rispetto soprattutto alla sessualità ed al piacere. Ti definisci eterosessuale ma al tempo stesso affermi di avere desiderio da un anno di avere dei rapporti omosessuali dove poterti finalmente “donare”, “mettere a disposizione”. Domandati quindi se ci possono essere altri modi per realizzare questo tuo desiderio, senza ricorrere ad una perversione: in questo modo sentirai di gestire meglio le tue pulsioni senza però trattenerle.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vuoi chiedere aiuto?

psicoterapia banner

SPORTELLO PSICOLOGICO GRATUITO

MenteSociale

studio mix

MenteSociale è una associazione di promozione sociale (CF: 97992540589)

Indirizzo dello studio:
Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI PER CHIEDERE INFO O PRENOTARE UN APPUNTAMENTO:
lun, mer, gio, ven ore 10.00-13.00; mar ore 17.00-20.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.