Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

lettera DBuona sera, ho 23 anni e da poco mi frequento con un ragazzo che ha meno esperienza di me in campo sessuale, ma sembra comunque saperci fare bene.. il problema è che lui si eccita mentre stiamo insieme, ma non riesce ad eiaculare nonostante i diversi tentativi e sforzi...il pene rimane eretto ma non riesce a raggiungere l'orgasmo..sinceramente inizio a preoccuparmi..che magari possa dipendere da me, anche se credo sia strano in quanto sembra essere molto preso sia da me che dalla situazione...e credo di piacergli.. E' un suo problema???? Come posso aiutarlo a risolverlo? Perchè a me non piace che riesco a raggiungere l'orgasmo solo io.. e cmq..sono due volte che succede questa cosa..le uniche due volte che abbiamo provato a farlo.. e due volte che succede...e io mi sento in imbarazzo perche inizio a pensare che sia colpa mia... cosa posso fare???? (Patrizia)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RE' bene distinguere innanzitutto l'orgasmo (reazione corporea, conseguenza di un'intensa eccitazione sessuale) dall'eiaculazione vera e propria (l'emissione di liquido spermatico nel picco massimo eccitatorio) Questa distinzione è importante per capire quale aspetto della fase orgasmica è maggiormente problematico nel tuo ragazzo. Infatti non è chiaro se il tuo compagno non riesca a eiaculare o a raggiungere l'orgasmo o entrambe le cose. A volte una problematica orgasmica dipende dall'inesperienza e dal desiderio di avere un rapporto soddisfacente ed una prestazione ottimale con la partner; sarebbe anche interessante capire se per lui è la prima volta e se durante la masturbazione si verifica la stessa difficoltà. Inoltre bisognerebbe capire la rilevanza di fattori inerenti la vostra coppia e di fattori individuali per comprendere quali siano maggiormente premine nti. E' importante tenere in considerazione anche che difficoltà sessuali possono presentarsi ma essere temporanee, per una corretta diagnosi di disturbo sessuale è rilevante infatti la presenza di questa difficoltà per un periodo di almeno 6 mesi. Quello che ti suggerisco di fare è quindi, nel momento in cui la problematica perduri, di invitare il tuo partner innanzitutto ad effettuare una visita andrologica per escludere qualsiasi tipo di causalità organica e, successivamente, di effettuare un colloquio psicosessuologico per comprendere ed affrontare possibili fattori psicologici connessi a tale difficoltà.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.