lettera DRichiesta: vorrei un parere su cosa si può fare per un problema enorme (anche materialmente) che ha mia madre da ormai una vita, che ricordi io da almeno 40 anni: sindrome da acquisto compulsivo. La sua enorme casa, in cui abita con mio padre è totalmente sommersa di oggetti di qualsiasi tipo, a malapena hanno il posto per mangiare, pur avendo una tavola per 12 persone, e per dormire, e parlo di una casa di 3 piani con taverna e mansarda enormi, tutto lo spazio è riempito da un vero e proprio casino, rendendo così impossibile non solo l'accoglienza di eventuali ospiti, figli e nipoti compresi, ma anche qualsiasi tipo di pulizia, essendo così anche una casa sporca e decadente. E pensare che potrebbe essere una reggia, avendo speso non so quanti soldi all'epoca (circa 20 anni fa) per costruirla. E davanti a tutto ciò mio padre non riesce a reagire, o non gli viene permesso dall'aggressività di mia madre, e noi figli... stiamo a guardare impotenti, non sapendo come affrontare la cosa, tentare di parlarle non è servito a niente.. Mia madre ora ha 73 anni. Meglio lasciar perdere?? O ci sarebbe qualche speranza? (Elena)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RLa sindrome da acquisto compulsivo o sindrome da shopping è considerata una vera e propria dipendenza in quanto la persona avverte un impulso irrefrenabile ed insaziabile al comprare, contorniandosi di oggetti spesso inutili e che puo' con il tempo influenzare negativamente la qualità della propria vita, nelle relazioni familiari o di coppia, lavorativi, sociali, economiche. Come per la dipendenza da alcool o la tossicodipendenza, i familiari avvertono spesso un senso di impotenza, non sapendo cosa effettivamente fare o come poter dare un aiuto.
Nel caso di tua madre, dato che tale sindrome sembra essere presente da diverso tempo, potrebbe essere importante, se non è stato mai fatto, effettuare un colloquio psichiatrico in quanto la sindrome da shopping potrebbe essere legata ad una problematica psicopatologica più ampia, ad esempio all'interno di un quadro ossessivo-compulsivo o di un disturbo maniacale o ipomaniacale di personalità. In casi come questi è possibile, a prescindere dall'età di tua madre, utilizzare due importanti risorse: il supporto farmacologico suggeribile a seguito di una o più visite psichiatriche ed un supporto psicologico all'interno di un percorso individuale o familiare che possa coinvolgervi tutti.
Negli ultimi tempi troviamo inoltre un valido aiuto nei così detti "gruppi psicoeducativi", gruppi cioè in cui è possibile per i familiari della persona con una determinata problematica, ricevere aiuto nell'affrontare la complessità della situazione, sia in termini pratici che psicologici.
Per quanto riguarda le nuove dipendenze, nelle quali è inscritta anche la sindrome da acquisto compulsivo, in tutta Italia sono presenti gruppi per familiari di questo tipo.
Un sentito in bocca al lupo

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.