WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

lettera DSalve, ho 30 anni e sto con un ragazzo da 4 che ha un anno in piu di me.La prima cosa che avevo notato in lui erano i suo occhi tristi.Lui ha iniziato dopo 2 giorni a dirmi che mi amava alla follia..in quel periodo sporadicamente vedevo ancora il mio ex con cui sono stata 15 anni,ma solo per bene non per altro..cosi ogni tanto per un caffe....quando lui l'ha saputo ha iniziato subito a darmi della bugiarda e a dare titoli molto offensivi; ho pensato che ci tenesse molto a me anche se mi sembrava strano in cosi poco tempo, poi ha iniziato a passare da momenti dolcissimi ad una cattiveria assurda. Ci vedevamo e comunque anche all'inizio passavamo serate in cui lui stava in silenzio chiedevo se c'era qualcosa che non andava, ma lui non mi ha mai risposto. Poi un giorno mi dice che quando era piccolo ha subito una violenza da una donna..un bacio...dentro di me pensavo mi prendesse in giro. Ho sempre cercato di farlo sorridere, rare volte ho visto un'espressione felice e serena sul suo volto; premetto io amo la solarità, stare in mezzo alla gente parlare, ridere, scherzare... ma a lui ha sempre dato fastidio questa cosa che tutti mi volevano bene. Ho chiuso tante amicizie per lui e tante persone le ho perse perche lui si comportava male con loro. Una sera a casa mia ho subito una piccola violenza sessuale, piccola nel senso che io non volevo e in quel momento ho sentito dentro di me una sensazione orribile, indescrivibile, ma ho fatto finta di niente ho pensato che ero pazza io e che esageravo. Una sera durante una litigata mi ha dato della poco di buono perche all'inizio ero uscita con il mio ex, e mi ha detto che io non ero degna dei suoi figli. Gli ho detto che per me la storia era chiusa ed ha iniziato a venire sotto casa,abito da sola, e a cercarmi sul posto di lavoro, e anche i mie colleghi non avevano una buona impressione di lui quasi avevano paura. In alcuni momenti dolcissimo, in altri spietato. Poi sono iniziati i problemi, io ho mollato il mio lavoro indeterminato,perche ero part time e avevo bisogno di un full time per continuare a pagare l'affitto, lui non mi ha mai aiutato economicamente, diceva che mi amava ma mi trattava in un modo strano,ha iniziato a darmi la colpa di tutto, a giudicarmie senza le parole ma con i suoi sguardi e atteggiamenti a farmi sentire uno schifo. Ero confusa e depressa. Non gli andava bene niente e mi accusava sempre, sempre imbronciato, sono rimasta senza casa e non mi ha aiutato. Sono stata 2 mesi da un amica, poi ho trovato un lavoro e piano piano mi sono trovata un piccolo bilocale molto carino. Ci vediamo poco,non sta mai da me a dormire. Per 2 anni ho passato giorni a piangere, con l'ansia, non trovavo piu me stessa, ero confusa, senza capire dove era il bene e il male. Trattata giorni bene e giorni male, per anni ho pensato di fare schifo, di essere un disastro con sensi di colpa ma non riuscivo a mollarlo. 5 giorni fa la sera di natale dopo una litigata mi ha insultata e gli ho dato una sberla, lui ha risposto con una sberla dicendo che facevo schifo mi ha preso al collo non riuscivo più a respirare e mi ha sputato in faccia. Il giorno amici mi hanno convinta ad andare al pronto soccorso e dai carabinieri, non sono riuscita a denunciarlo per vari motivi ma i carabinieri hanno voluto parlargli. Lui ha detto che non era vero e dava la colpa a me. Non ci siamo piu sentiti; da una parte sto meglio e penso che mi abbia fatto il lavaggio del cervello per la sua gelosia, ma continuo a darmi la colpa e farmi domande: ho sbagliato qualcosa? Sono matta? Sono io che ho sbagliato tutto? Volevo una famiglia con lui....help (Timea)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RCredo sia stato importante essere riusciti a chiudere questa relazione così sofferta e travagliata, anche se è indubbiamente un momento molto difficile in quanto richiede la forza nel ri-costruirsi al di là di un rapporto e nel pensarsi senza la persona che abbiamo tanto amato.
Tante donne non riescono a effettuare questo passaggio, rinchiudendosi in una relazione affettiva non soltanto insoddisfacente ma distruttiva, dalla quale diventa sempre più difficile slegarsi. Le domande che ti poni potrebbero essere importanti per permetterti di andare avanti in questa separazione (che deve essere anche e soprattutto emotiva, aspetto questo molto più a lungo termine rispetto alla separazione fisica dell'allontamento dal partner!), ti suggerisco al tempo stesso di stare attenta ai dubbi che stai affrontando perchè potrebbero portarti a ridimensionare la separazione e riprendere il rapporto che ti ha logorato per poter finalmente rispondere alle tue domande.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.