Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera D

Il mio problema non è personale, ma riguarda mia madre. Da circa 10 anni lotta con la depressione, è stata in cura per parecchio tempo con psichiatra, psicoterapeuta, psicologa e ha preso anche parecchi psicofarmaci, anti depressivi, ansiolitici, tutto questo in seguito alla separazione da mio padre.

Negli ultimi 4 anni ha sviluppato anche un'ossessione, in pratica crede di essere innamorata di un personaggio televisivo originario della nostra città, ha cercato più e più volte contatti con lui in occasione di interviste, contattando la famiglia di lui, andando agli eventi aperti al pubblico, telefonando a casa. 

 

Sul suo diario scrive che vorrebbe scappare con lui, di quanto lo ama e di come vorrebbe crescere i suoi figli. La situazione a volte sembra migliorare, è in grado generalmente di controllarsi al lavoro, ma il minimo confronto con qualcuno la scombussola ancora. Ultimamente però ha ricominciato con i pensieri paranoici, che l'hanno portata ad allontanare tutte le amicizie che aveva e si mette a creare delle storie inverosimili in cui perde fiducia anche per la psicoterapeuta che crede abbia riferito ad altri dei suoi problemi. Oltre a tutto questo oggi è arrivata a dire a me e mio fratello che ha subito violenze da bambina e di nuovo in età adulta. Questa notizia ci è nuova, non abbiamo nessuna prova o altro, soltanto la sua parola dopo tutti questi anni. Spesso quando cerchiamo di aiutarla rifiuta il nostro aiuto o consiglio, dicendo che cerchiamo di controllarla o di non farle vivere la sua vita. Io ora mi chiedo, e le chiedo, è possibile che non sia vera la sua confessione riguardo alle violenze? A che punto un'ossessione per una persona si può chiamare stalking? Io in quanto sua figlia, come posso aiutarla? Al momento ha smesso di prendere tutti i farmaci, e continua a ripetere che lei non riesce ad andare avanti con tutti questi ricordi e che vuole guarire.
Grazie di cuore 
(Marie).

Risposta della dr.ssa Laura Catalli

lettera R

 Cara Marie, vivere con un familiare che soffre di una psicopatologia chiara e costante nel tempo, non è sicuramente cosa facile. Frequentamente gli stessi familiari si trovano ad affrontare personali vissuti di depressione, solitudine, impotenza, inadeguatezza o forte stress legato alla gestione della problematica, della relazione con il paziente sofferente, del mantenimento di una buona qualità della vita.

Quello che quindi mi sento di suggerirle è di far proseguire le cure psichiatriche e psicoterapeutiche a sua madre; la sospensione dei farmaci dovrebbe essere concordata o comunque esplicitata allo psichiatra che segue il suo percorso farmacologico in quanto l’interruzione improvvisa porta spesso a conseguenze psicologiche di peggioramento (come potrebbero essere le ossessioni di cui parla).

La ricerca di possibili definizioni che potrebbero incorniciare meglio la problematica di sua madre (è stalking? sono violenze?) mi chiedo, sono davvero utili per aiutarla? A volte è preferibile star vicino “di pancia” al di là della testa e del capire…

Non dimentichi infine che in parecchie città esistono dei gruppi psicoeducativi realizzati proprio per i parenti di pazienti psicopatologici e che potrebbero essere un buono spazio per parlare e condividere i propri vissuti di ciò che sta attraversando e comprendere meglio come rapportarsi a sua madre. In bocca al lupo

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.