Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

 

lettera DQualche mese fa ho lasciato U., con cui stavo da 8 mesi, non mi sono mai fidata di lui e alla fine, in un particolare momento di forza interiore, ho deciso di lasciarlo.
U. è un ragazzo con un ego molto forte, che pensa di poter ottenere qualsiasi cosa purchè la voglia. Tuttavia è estremamente sensibile e molto fragile, in preda all’ansia e alla depressione (ex tossicodipendente).
Anche io sono una persona fragile e vulnerabile. In lui avevo trovato una fonte di forza, di autostima, la soluzione delle mie insicurezze, ma come dicevo ho deciso di lasciarlo.

U. ha imparato a conoscere molto bene le mie instabilità e, non riuscendo ad accettare un rifiuto, ha cercato di sfruttarla a suo favore. Senza nessun rispetto nei miei confronti sosteneva che fossi un suo obiettivo, e che prima o poi sarebbe riuscito a riavermi. In effetti così è stato. Ha cominciato a lavorare sui miei punti deboli, facendo sì che mi sentissi completamente dipendente da lui, e una volta ottenuta questa “dipendenza”, ha giocato a farmi sentire abbandonata, avvicinandosi e allontanandosi con studiati movimenti, parlandomi di altre ragazze, ecc.

È stato un periodo molto difficile, di grande angoscia, e alla fine sono riuscita di nuovo a lasciarlo.
Tuttavia continuiamo a sentirci, ha ammesso di avermi manipolata, e mi sta facendo capire che non smetterà e non si arrenderà mai.
Credo che quello che ha fatto non sia stato studiato coscientemente per farmi soffrire, ma piuttosto sia stato fatto per amore. Quindi non voglio fargliene una colpa, e allo stesso tempo riconoscere le mie responsabilità (la mia insicurezza gli dava ossigeno).
Crede che si tratti di un caso di Gaslighting?
Vorrei evitare che continui questa pressione, anche perché temo di ricadere nella “trappola”.
Non so come mi dovrei comportare: aspettare e sperare che smetta o interrompere “bruscamente” il nostro rapporto?
Il mio timore è che interrompendo improvvisamente la comunicazione, o trattandolo bruscamente, potrei ottenere una reazione d’odio da parte sua. Cosa che, conoscendo il soggetto, vedo come possibile. Considerando il fatto che viviamo nello stesso quartiere questa cosa mi spaventa.
Cosa dovrei fare per evitare che tutto ciò si trasformi in una storia spiacevole?
Grazie infinite dell’aiuto. (Ramona)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RDa quello che racconti sembrerebbe che si tratti di Gaslighting, anche se ci sono degli aspetti che dovrebbero essere approfonditi. Da un punto di vista operativo, ti suggerisco di leggerti gli articoli che trovi su MenteSociale che parlano di cosa la vittima può fare per proteggersi dal manipolatore che perseguita.
Da un punto di vista psicologico quello che mi sentirei di suggerirti è di spostare l'attenzione, anche se mi rendo conto di quanto in questi casi sia difficile, su Ramona. Nella storia che racconti infatti, si parla molto di U. e delle sue azioni, forse troppo poco di Ramona, dei suoi desideri, di cosa vorrebbe oggi e di cosa la tiene legata a questo rapporto nonostante la sofferenza causata da U.
Sicuramente leggere un sentimento di amore dietro i suoi comportamenti non ti aiuta a troncare questo rapporto, al di là quindi dell'effettiva pericolosità della persona. Mi sembra interessante in questo senso quando parli di cosa hai trovato in lui: da una parte quella sicurezza e forza che non senti di avere, dall'altro quella fragilità che ti rispecchia. Un nodo difficile da sciogliere per effettivamente abbandonare il campo di questa relazione e chiudere definitivamente la partita.
Considera la possibilità di rivolgerti ad uno psicologo specializzato in queste tematiche per affrontare riflessioni come queste e superare la difficoltà a capire come muoverti ed in quale direzione

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.