Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DTre anni fa, all'uscita di un bar sono stato aggredito da un ragazzo per motivi di gelosia. Sono stato preso a cinghiate e quasi strangolato (il soggetto si è fermato solo dopo l'intervento di un amico). Ho chiamato le forze dell'ordine che sono intervenute. Davanti a esse lui mi ha minacciato e insultato. Dopo essere andato in ospedale ho sporto la denuncia. Nei giorni successivi ho dovuto subire l'umiliazione di ricevere ripetute telefonate da parte della coppia (il ragazzo e la ragazza in contesto - la quale gli aveva dato il mio numero). La cosa si è ripetuta a distanza di 3 mesi quando la polizia ci ha chiamati per chiarimenti. In queste telefonate la coppia minacciava per farmi togliere la denuncia. E per mesi successivi la ragazza mi ha chiesto "all'ora cosa hai fatto?" in riferimento alla denuncia. Anche se poi la cosa è finita, io sono rimasto profondamente ferito e turbato dalla cosa. Sento gravemente danneggiata la mia dignità, dal fatto che in un paese civile, uno possa essere preso a cinghiate,quasi strangolato (avevo i segni sul collo) minacciato davanti alla polizia e poi per settimane al telefono, senza che non succeda assolutamente nulla giuridicamente. Le scrivo perchè a distanza di tre anni ho ancora gli incubi e mi rodo in continuazione dentro. Credo che forse uno psicologo/psichiatra potrebbe consigliarmi (dal punto di vista giuridico non nutro pi? speranze). Ringrazio dell'attenzione e spero in un vostro aiuto. PS: disponibile a dare pi? dettagliati chiarimenti.(Alberto)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RIl tuo atteggiamento delusivo da un punto di vista giuridico è sicuramente legato al fatto che fino a pochissimo tempo fa di stalking non se ne parlava se non nei casi in cui ad essere coinvolto fosse un personaggio famoso o si arrivasse purtroppo a fatti di cronaca nera. Oggi, grazie al nuovo disegno di legge ed alla graduale rivelazione di vittime e di stalker, parallela ad una maggiore diffusione conoscitiva del fenomeno tramite i mass media, di stalking finalmente se ne parla. Per fronteggiarlo, sono chiamate in campo diverse professionalità (avvocati, medici e psicologi, educatori, magistrati...) ma in prima istanza le forze dell’ordine a cui viene sporta denuncia. Di conseguenza è più facile trovare professionisti “impreparati” alla problematica proprio perché non sono stati ancora “aggiornati e formati” sul fenomeno e perché ancora se ne sa poco. Da un punto di vista psicologico, spesso la vittima si trova a dover affrontare a breve termine lo stalker ed il suo comportamento, a lungo termine i segni emotivi e le ferite che vengono lasciate da questa situazione difficilmente sostenibile. Non mi permetto di darti consigli maggiormente specifici perché credo in questo caso più ad un percorso di sostegno che ad una specificazione in ulteriori e-mail, al fine di un recupero delle proprie energie e della desiderata serenità che stai cercando nonché in vista di una risignificazione dei dolori nella promozione di un cambiamento mirato al benessere personale.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.