Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

 

lettera DA dicembre, ad un mio amico di classe gli ho dato il numero di cellulare,e da li' è incominciato tutto. Questo ragazzo ha dei disturbi della personalità credo, avrà inteso davvero male il mio gesto e da allora quasi non vivo più.

Mi mandava tanti sms tanti al minuto intendo, in classe mi segue cerca di sedersi dietro di me, minaccia con gli sguardi chi fa lo scemo con me. Me lo sono trovato sotto casa una volta, aveva detto che era una casualità ma nel frattempo mi aveva inviato un sms e poi appena mi ha visto è scappato via. Fa qualsiasi cosa per attirare la mia attenzione su di lui. In classe mi fissa, e ha fatto dei ritratti di me, non ce la faccio più.Io non l'ho mai allontanato bruscamente perchè non è normale lancia anche le sedie e ho paura ho sempre cercato di calmarlo un po' anche in classe. Dopo tante festività la situazione si era un po' calmata. Ma in suo fascicolo ho trovato un articolo di giornale scritto da me ritagliato con dietro un mio ritratto. E la mia paura è ritornata a galla anzi è peggiorata, così ho deciso di dirlo ad un mio amico, le mie amiche ormai non mi capiscono più. E mentre gli raccontavo tremavo tutta piangevo e non mi era mai successo prima. a qui ho capito che ho bisogno di aiuto. E il giorno dopo quando l'ho visto mi è mancato il respiro. E ora ho un perenne stato di angoscia paura e un forte mal di testa. Per questo le chiedo come posso fare per continuare a vivere quelli che dovrebbero essere gli anni più spensierati della mia vita. Non mi consigli la denuncia perchè abitando in un piccolo paese... Grazie..(Linda)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RFai riferimento ai tuoi amici, che in questi casi sarebbe opportuno non tagliare fuori dalla tua vita perché non ti capiscono ma potrebbero in ogni modo sostenerti e starti accanto; rifiutandone la vicinanza invece, rendi il terreno ancora più “fertile” per questa persona che a sua volta minaccia chi ti sta vicino. Oltre ad un sostegno in tal senso, sarebbe opportuno che ne parlassi con un adulto, un genitore ad esempio oppure un insegnante per capire meglio cosa potresti concretamente fare e soprattutto per non vivere questo momento da sola. Rifletti inoltre se veramente vuoi bloccare questi comportamenti che sono sicuramente invadenti ma al tempo stesso ti mandano il messaggio che sei importante; forse questo doppio significato ti potrebbe portare ad accettare con difficoltà la possibilità della denuncia che in casi come questo può aiutare a superare la situazione. Pensaci.

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.