Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

 

lettera DGent.mi ho già scritto la mia storia simile a tante altre, il mio problema non è più aver paura del mio stalker ovvero del mio ex marito gia condannato (solo con una multa) per le molestie a me rivolte, anzi sto aspettando lucidamente il momento che passerà all'azione nel farmi veramente del male cioè quando riuscirà ad eliminarmi fisicamente.

Psicologicamente mi aveva distrutta però ho recuperato molto bene infatti quando lo incontro o mi molesta non vado più nel panico, ora invece quello che pretendo è giustizia un uomo che ha perseguitato non solo me ma anche le sue amanti amiche colleghe vicine di casa non mi spiego come possa continuare ad agire indisturbato anche con il benestare dei medici psichiatri psicologi assistenti sociali che pensano che lui non rifarà mai più ciò che ha fatto in 20 anni continuamente e sistematicamente e permettano a nostro figlio di 8 anni frequentarlo in maniera libera, io sto lottando per impedire che il bimbo resti solo con il padre proprio perchè so la grande capacità di quell'uomo a plagiare, a farti sentire sbagliato e coinvolgerti nei suo stati emotivi, non voglio che nostro figlio cresca con questo modo sbagliato di amare, per mio marito amare significa possedere e sono convinta che un bambino che cresce con un padre così conosce solo quell'atteggiamento per relazionarsi agli altri ma soprattutto alle donne e quindi con una visione errata delle relazioni, la mia paura oltre che il padre possa fargli del male ora e anche quella che nel futuro nostro figlio sarà così vicino ai sentimenti di suo padre da commettere situazioni persecutorie emulando il modo di amare di un papà sbagliato.saluti (Michela)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RCredo che un passaggio importante sia quello di offrire a tuo figlio dei modelli alternativi a quello paterno, dandogli la possibilità di relazionarsi con altre figure maschili, con amichetti, insegnanti, ma anche amici della mamma che possono dare al bambino degli spunti di un modo di relazionarsi diverso da quello paterno. In questo modo non dovresti necessariamente combattere tuo marito il quale, al di là del suo atteggiamento nei tuoi confronti e nei confronti di altre donne, rimane comunque suo padre. Offrendo delle alternative, daresti a tuo figlio la possibilità di scegliere, senza necessariamente appoggiare il punto di vista della mamma o del papà.

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.