Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

 

lettera D

Ciao a tutti,
conosco questo sito da parecchio e spesso ho trovato in esso interessanti suggerimenti.
Francamente mai avrei però pensato di divenire un utente attivo ma ora lo faccio per un solo e semplice motivo: ho bisogno di parlare e gettare fuori quello che penso ormai da anni e che non condividerei mai con nessuna persona della mia cerchia sociale.


Innanzitutto sono un ragazzo da poco laureato e che vive all'estero. Per me l'estero è stato da sempre un sogno, un qualcosa di cui portarne vanto, e nella mia cerchia dei valori lavorare all'estero è tra i primi posti. L'occasione che ho avuto è però di vivere in un paese dove per lavorare "basta" l'inglese ma non per vivere in mezzo alla gente. Anche per questo non ho costruito (nei pochi mesi che sono partito) nessuna relazione sociale degna di nota.
Non che in Italia ho tante amicizie. Reputo infruttuoso dedicare tanto tempo a persone che mi potrebbero tradire o parlare alle mie spalle da un momento a un altro e non ho Amici ma solo compagni (persone con le quali ci prendo un caffè o una pizza ma che mai sapranno nulla dei miei fatti intimi). Ho una ragazza (in Italia) da alcuni anni, ho investito molto su di lei, la rispetto e la amo. Ho anche un cattivo rapporto con le altre ragazze, in passato (anche già da fidanzato) quando entravo in confidenza con persone di sesso femminile della mia età ne ho approfittato per ferire la mia ragazza. Per questo ho creato quasi involontariamente un pò di "imbarazzo difensivo" allorquando mi capita di conoscere una persona di sesso femminile. Detto in altre parole cerco di parlarle ed entrare in contatto con lei il meno possibile.

Sul lavoro non ne parliamo. Vengo spesso definito una persona intelligente e svogliata. Non so se sono intelligente ma di certo sono svogliato. Rimando tutto, creo scuse per i ritardi, cerco di fare tutto negli ultimi istanti prima di qualunque scadenza (con risultati pessimi) e reitero questo mio comportamento ormai da 3 anni. La mia ragazza e la mia famiglia intuiscono i miei problemi lavorativi ma ne parlo poco cerco sempre di deviare l'argomento perchè mi imbarazza ammettere quanto sia stupido a perdere le occasioni della mia vita.
Mi definisco immaturo, apatico, con la testa fra le nuvole e inconcludente.

Il punto è che ci soffro, rischio di mandare all'aria tutti i miei studi e lavori (se fossi il mio superiore già mi sarei messo alla porta).
La mia vita sociale è ai minimi storici e prima o poi troverò una valida e stupida ragione per mollare la mia ragazza (quante volte in passato ci ho provato e solo grazie alla sua caparbietà che stiamo ancora insieme) e vivere da perfetto eremita.

Essenzialmente è questo quanto ci tenevo a dirvi, non so se troverò conforto o risposta in qualcuno di voi. Il vostro tempo sicuramente potrebbe essere meglio utilizzato che rispondere a un "vuoto a perdere".
 
(Giuseppe).

 

 

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera R

 Caro “Vuoto a perdere”, mi sembra che tu abbia le idee chiare su te stesso (riassumendole in poche parole: “immaturo, apatico, con la testa fra le nuvole e inconcludente”) e questo è già un buonissimo punto di partenza per ritrovare la giusta serenità! In tanti infatti hanno difficoltà a capire cosa veramente sono, cosa vorrebbero essere e dove vorrebbero andare. Si sa che la parola scritta è facilmente fraintendibile soprattutto nel suo contenuto emotivo, ma dalle tue parole ho personalmente grandi difficoltà a comprendere il tipo di conforto di cui hai bisogno, apparendomi più chiaro il tuo desiderio di “vivere da perfetto eremita” realizzandolo attraverso la creazione graduale di un vuoto relazionale intorno a te (la svogliatezza lavorativa, la diffidenza negli altri, la mancata comunicazione di se stessi alla propria famiglia, la ricerca di una paradossale “valida e stupida ragione” per interrompere il rapporto di coppia ne sono espliciti esempi).

Al tuo posto quindi, mi porrei una domanda: tutto questo corrisponde ad un chiaro desiderio di isolarsi da tutto e da tutti oppure ad una difficoltà profonda relazionale?

Mi farebbe piacere sapere tra un po’ di tempo il tipo di risposta che ti sei dato. Un saluto

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.