Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

 

lettera DSalve sono uno studente di pscicologia clinica e lavoratore. La mia situazione è questa: Sono fidanzato da 2 e mezzo con una ragazza di 24 anni, 11 anni più grande di me, una ragazza affascinate, bella, solare, forte e piena di vita, nel nostro rapporto c'è tutto, amore passione, complicità,  fiducia, sostegno ecc. L'unica lacuna è il mio comportamento: da sempre la tradisco. Ho sempre avuto storie parallele, ma nessuna ha mai messo in crisi il mio amore per la mia ragazza. Da circa 8 mesi inizio una relazione con una mia collega, Anna, la classica ragazza "la più bella della classe" quella che tutti vogliono e nessuno può avere. Il problema nasce in me quando con Anna il rapporto passa da pura passione a un sentimento, diventa voglia di viverci e essere insieme veramente. Nasce dentro di me una forte crisi di decisionalità dettata non solo dal volerle tutte e due per le diverse caratteristiche ma anche dalla consapevolezza che restando con la mia ragazza (con la quale sto benissimo) devo automaticamente anticipare eventi per me forti (figli,casa, matrimonio ecc). Devo necessariamente lasciare una delle "due mie" ragazze. Ho provato a lasciare la mia ufficiale ragazza ma non sono riuscito, la razionalità mi spinge a lasciarla ma l'emozione non me lo consente. Chiedo con immenso piacere consigli per poter elaborare dentro di me una soluzione. (adesso ho in corso ancora entrambe le storie) Grazie  (Giorgio)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RA volte la difficoltà della scelta è legata al desiderio di non perdere una delle due opzioni, entrambe sentite come molto positive per sè. Ad esempio nel tuo caso: da un lato una relazione con una persona "affascinante, bella, solare (ecc)", dall'altro "la più bella della classe". Questa difficoltà può essere legata al timore di poter fare la scelta sbagliata e nel considerare che tale scelta possa essere irreversibile, "per sempre".
Inoltre mi sembra che questa scelta affronti tematiche importanti nella vita di una persona: da una parte la stabilità e la progettualità ("figli, casa, matrimonio"), dall'altro la trasgressione, la passione ed il raggiungimento di "quella che tutti voglionono e nessuno può avere". Mi sembra naturale provare forti emozioni ed al tempo stesso avere difficoltà nella scelta di due relazioni e di due mondi apparentemente diversi.
Quello che mi sento di suggerirti è quindi di riflettere su queste tematiche e su quello che Giorgio potrebbe volere in questo momento, che tipo di bisogno sente maggiormente ed anche di contro, quello che Giorgio si sentirebbe di dare a queste due relazioni.

 

Salve sono uno studente di pscicologia clinica e lavoratore. La mia situazione è questa: Sono fidanzato da 2 e mezzo con una ragazza di 24 anni, 11 anni più grande di me, una ragazza affascinate, bella, solare, forte e piena di vita, nel nostro rapporto c'è tutto, amore passione, complicità,  fiducia, sostegno ecc. L'unica lacuna è il mio comportamento: da sempre la tradisco. Ho sempre avuto storie parallele, ma nessuna ha mai messo in crisi il mio amore per la mia ragazza. Da circa 8 mesi inizio una relazione con una mia collega, Anna, la classica ragazza "la più bella della classe" quella che tutti vogliono e nessuno può avere. Il problema nasce in me quando con Anna il rapporto passa da pura passione a un sentimento, diventa voglia di viverci e essere insieme veramente. Nasce dentro di me una forte crisi di decisionalità dettata non solo dal volerle tutte e due per le diverse caratteristiche ma anche dalla consapevolezza che restando con la mia ragazza (con la 

quale sto benissimo) devo automaticamente anticipare eventi per me forti (figli,casa, matrimonio ecc). Devo necessariamente lasciare una delle "due mie" ragazze. Ho provato a lasciare la mia ufficiale ragazza ma non sono riuscito, la razionalità mi spinge a lasciarla ma l'emozione non me lo consente. Chiedo con immenso piacere consigli per poter elaborare dentro di me una soluzione. (adesso ho in corso ancora entrambe le storie) Grazie

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.