Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera D

Ho trovato questo sito e non so neanche se faccio bene a scrivere. So solo che mi sento infelice e la cosa peggiora sempre più; oggi il mio compagno mi ha detto che si sente disperato perche vede sempre il mio malessere, ma io non so cosa posso fare per stare meglio, mi sento intrappolata in una vita che non mi piace al 100%. Mi piace il mio lavoro, mi piace la mia casa e amo il mio compagno, ma a volte avrei bisogno di un momento per poter staccare e sorridere invece è sempre e solo un dovere.

Certe volte tornata a casa vorrei fare qualcosa giusto per svagarmi, ma il pensiero dei doveri mi affligge: dover pulire, dover cucinare dover fare qualcosa che non sia egoisticamente per me stessa. Forse riuscirei a fare qualcosa per me nel momento in cui i doveri sono terminati: prima il dovere e poi il piacere!

Forse mi sento anche sola: non si può fare tutto col proprio compagno, che ne so.... andare a camminare o per negozi, perché si annoierebbe e qui non ho nessuno, mi sento sola e stressata e forse anche annoiata perché ogni giornata è sempre la stessa.

Non vorrei perdere il mio compagno per questo mio malessere interiore che lui non riesce a comprendere, ma non so cosa fare né con chi parlare. (Andreina)

Risposta della dr.ssa Elisa Duma:
lettera D

Buongiorno, la ringrazio per essere riuscita a superare le sue incertezze, decidendo di scrivere sul nostro sito. Penso  che  questo sia intanto un primo importante passo che le può permettere di aprire uno spazio di riflessione e di dialogo personale. Dall’intensità delle sue parole mi risuona emotivamente un forte vissuto di crisi e di fatica nella sua quotidianità che, da quello che racconta,  in questo momento sembra aver  valicato i confini personali, estendendosi  al vissuto del rapporto di coppia.

Quello che mi viene in mente leggendo la sua richiesta è la grande presenza di diversi “bisogni”, molti dei quali possono apparire, e forse anche essere vissuti, come in contraddizione fra di loro: il piacere rispetto ad  alcuni aspetti della propria vita e al tempo stesso un forte senso di insoddisfazione, il bisogno di stare il relazione, di ricerca dell’altro (porta infatti il suo “sentirsi sola”) e contemporaneamente il bisogno di fare delle cose per sé, autonomamente.  Un altro elemento che mi colpisce è il suo modo di approcciarsi all’area  dei “doveri” e dei “piaceri”, e anche qui l’impressione che mi suscita la lettura della sua richiesta è che  siano messi in una specie di vissuto in cui necessariamente uno esclude l’altro, con uno sbilanciamento verso l’area del “dovere”, che certamente mi incuriosisce e mi stimolerebbe molte domande.

 Tuttavia, mi sento di dirle che tutti questi bisogni che lei porta, che comprendo come possano farla sentire in crisi e al tempo stesso generare un forte vissuto di impotenza e “disperazione” nel suo compagno, sono solo apparentemente in contraddizione. Sono piuttosto vissuti che andrebbero opportunamente ascoltati, compresi, elaborati, integrati.

Questa sua richiesta, seppur mediata dal filtro della tecnologia, è intanto uno spazio per sé, un primo passo nella ricerca di senso  rispetto al vissuto di crisi che sta vivendo. 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.