Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera D

Salve, siamo 3 fratelli: due maschi e una femmina. Il fratello più grande è un farabutto, il secondo ha problemi psicologici e fa uso di droghe. Ho 36 anni e hanno distrutto la mia vita con torture psicologiche, fin da bambina ho assistito a continue liti, violenze mentali, minacce, urla tra mio padre è il fratello minore… troppo ribelle e violento. Mio padre diverse volte ha tentato di portarlo sulla buona strada ma lui aveva solo bisogno di droga e di guadagnare denaro in maniera sporca. I nostri genitori ora non ci sono più, io sono sposata e ho una bambina ma, pur non avendo più nulla da dividere, non mi lasciano vivere. 

Dopo la morte di mio padre il fratello maggiore ha acquisito la casa paterna truffando me e il fratello minore.

A malincuore ho ceduto quella casa… sapevo che solo in quel modo mi sarei liberata di loro. Il fratello minore viveva in un'altra città e come al solito aveva fame di soldi, cedette la sua quota e arraffò il denaro.

Ero libera.

Un anno fa invece mi arrivò una chiamata da parte del fratello minore che mi diceva che era stato buttato fuori  e che si trovava alla stazione. Io d’istinto ho detto che non lo volevo a casa mia. Adesso non ha niente: né una casa né soldi perché li ha spesi tutti.

Ho paura per la mia famiglia, per mia figlia.

Spesso la sera viene sotto casa e lascia segnali; continua a torturarmi, ho paura.

Per qualche tempo ha vissuto in un casolare abbandonato e racimolando denaro, non so come, a volte chiedendolo al fratello maggiore.

Ora vive a 30 km da un mio cugino che non ne può più e che presto lo butterà fuori di casa. A chiunque lui si avvicini lo fa solo per fare del male.

Non so che fare. Il fratello maggiore gli da qualche soldo perché ha paura... io lo voglio fuori dalla mia vita e non so come fare. Ho paura che mi faccia del male: io per lui sono una sua proprietà e non mi lascerà mai in pace. Cosa posso fare… grazie mille!!! (Violante)

Risposta della dr.ssa Michela Nicolini:
lettera R

Cara Violante,

grazie per aver descritto la situazione, condividendo la tua storia e le tante emozioni che provi.

Comprendo quanto possa essere difficile convivere con l’angoscia e la paura per sé e per la propria famiglia. Spiegando la tua situazione, hai raccontato dei difficili momenti che hai vissuto e delle decisioni dolorose che hai dovuto prendere: credo sia stata dura doversi allontanare dai propri cari, nonostante ti abbiano fatto del male, e rinunciare a quanto, anche di materiale, ti legava alla tua famiglia.

Ciò che stai vivendo ora, inevitabilmente, sta facendo riaffiorare emozioni e vissuti già provati, collocandoti di nuovo nella difficile posizione di dover scegliere tra lo spazio che faticosamente ti sei ritagliata per te e quello che la tua famiglia d’origine pretende di dedicargli.

Ritrovarsi a vivere la stessa situazione del passato porta indubbiamente della sofferenza ma potrebbe anche darti la possibilità di fronteggiare il presente: quanto ti è accaduto potrebbe essere utilizzato per costruire le risorse necessarie per gestire quanto ti sta accadendo ora, aiutandoti a rintracciare cosa o chi ti è mancato in passato, cosa o chi potrebbe aiutarti adesso.

Nel leggere la tua richiesta mi sono più volte domandata se hai dovuto affrontare tutto quanto da sola, se hai avuto qualcuno con cui poterne anche solo parlare.

Il passo che hai fatto contattandoci lascia intravedere il tuo bisogno di affrontare quanto descritto con l’aiuto di qualcuno e per questo vorrei farti riflettere sulla possibilità di rivolgerti ad uno psicologo del territorio per avere un sostegno in questo momento di vita così angosciante. 

Inoltre potresti vagliare l’eventualità di rivolgerti ad un legale che possa consigliarti come tutelare te e la tua famiglia dalle incursioni di tuo fratello minore. Se hai necessità è possibile avere un consulto legale accedendo al nostro Servizio gratuito di sportello legale.

Spero di esserti stata utile,

un abbraccio.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.