Forse ti interessa...

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DSono vedova da circa 5 anni con 3 figlie di 14, 10 e 7 anni. La bimba di 10 anni ha con me rapporto piuttosto conflittuale ed e' afflitta da una lieve forma di tricotillomania. Io la vedo fragile dal punto di vista emotivo ma le maestre di scuola me la descrivono come piuttosto forte dal punto di vista intellettivo e senza particolari carenze sociali (se ogni tanto si isola ma sembra che lo faccia per sua scelta).

Viviamo in un paese e ora devo iscriverla alla scuola media inferiore. Non so se per lei e' meglio la scuola del paese, dove manterra' i medesimi compagni ed e' situata dietro casa, oppure quella dove e' andata la sorella maggiore (più distante, in una classe rinomata per insegnanti esigenti e forse con compagni piu' competitivi ma anche forse un po' piu' aperta). Sulla scorta della esperienza della sorella maggiore (e forse su considerazioni fatte da me o da quest'ultima?) la bimba mi ha detto di voler andare via, anche se inizialmente aveva scelto di andare via solo se qualche compagno suo attuale fosse venuto. Un cambiamento cosi' radicale puo' mettere in crisi la bimba? Oppure la scelta di da parte della bimba e' una scelta a cercare di effettuare un cambiamento? O una sfida a se stessi? (Luisa)

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera RComprendo che la scelta sia difficile, in ogni caso rischiosa. Ti suggerirei di parlare a tua figlia per capire come sta in classe, se si trova bene ora, se ci sono dei problemi, come mai a volte si isola (farlo come propria scelta può significare che non si senta a proprio agio in quella classe o che ci sia qualcosa che non va, anche se non è detto). La scuola media rappresenta in ogni modo un cambiamento di tipo evolutivo per la bambina e forse questo è il desiderio di tua figlia, ma potrebbe anche rappresentare una ricerca di omologazione alla scelta della sorella maggiore o al seguire le decisioni dei grandi. Io credo che prima di decidere, bisognerebbe valutare attentamente la situazione attuale per capire se sia più rischioso allontanarla ed operare un cambiamento radicale oppure lasciare la situazione inalterata. La possibilità di vedere la bambina con i compagni (ad esempio in una festa o organizzando dei giochi con loro) potrebbe aiutarti a capire meglio la situazione.
In ultimo (ma non di importanza) è la considerazione della tricotillomania e del rapporto conflittuale tra voi che potrebbe influenzarti nella decisione della scuola e nella tua insicurezza attuale sul da farsi. Potrebbe essere utile passare un po' di tempo insieme per capire meglio cosa sta succedendo emotivamente, facendole sentire che la mamma è vicina e la sostiene. La forza intellettiva non equivale alla forza emotiva, soprattutto in un momento del proprio ciclo di vita costellato anche fisiologicamente e per natura da cambiamenti fisici, psicologici ed emotivi che definiscono l'inizio della prima adolescenza.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.