Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

lettera DSono una ragazza di 22 anni e ho bisogno di un consiglio. Mia madre sta attraversando un periodo difficile, si isola,cura in maniera spasmodica il suo aspetto, e ultimamente passa molto tempo sola fuori casa.. Proprio oggi cercando di parlarle mi ha confessata che c'è una cosa del suo passato che non ha mai superato e che sta tornando prepotentemente a farle del male.


Ha subito maltrattamenti da suo nonno quando era piccola e questa cosa le ha forgiato il carattere e il modo di vedere se stessa...io come figlia, scioccata e spaventata da tt questo, mi chiedo come posso aiutarla. Comprendo che un intervento psicologico è forse necessario e farò in modo di condurla in questa direzione...ma chiedo a Lei dottoressa come posso io nel mio piccolo aiutarla dal momento che rifiuta il contatto, nonostante mi renda io conto che è solo un modo per chiedere attenzione. La ringrazio anticipatamente. cordiali saluti
(Valentina)

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera RPotresti innanzi tutto condividere con lei questo tuo desiderio di aiutarla così come le tue preoccupazioni, allo scopo di avvicinarti ai suoi vissuti emotivi e non tanto per imporre un cambiamento migliorativo. Potrebbe essere anche utile cercare di andare al di là del comportamento, capire cosa sta vivendo chiedendole magari se c'è un modo per poterla aiutare. La lettura che hai fatto come richiesta di attenzioni, credo debba essere ascoltata: se ti sembra lo stia richiedendo, comincia a "coccolarla", lo si puo' fare in tanti modi, non esclusivamente attraverso il contatto che, in questo momento sembra spaventarla e quindi potrebbe non sentirsi sostenuta. Il suggerimento di un possibile percorso psicologico è utile, stai attenta a non cominciare una battaglia di "convincimento" che potrebbe stancare tua madre ancora di più e potrebbe ulteriormente allontanarvi; considera inoltre che c'è comunque un confine invisibile che vi separa, determinato dalla gerarchia naturale di madre-figlia, che non deve essere valicato: quando si desidera tanto aiutare l'altro, si rischia spesso infatti di sostituirsi ad esso o di prendere tutti i suoi pesi, quindi fai attenzione anche a questo! Un sostegno psicologico potrebbe essere utile anche a livello familiare e quindi potrebbe essere richiesto proprio da te: questo aspetto risulta importante in quanto spesso si pensa che solo chi ha il problema dovrebbe essere sostenuto, in realtà anche i familiari o chi è accanto, vive il dolore ed il carico emotivo del momento, di conseguenza hanno bisogno di aiuto e di capire come aiutare la persona cara che sta soffrendo.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.