Vorrei raccontarvi brevemente la mia storia, affinché possiate aiutarmi.
Per quasi quattro anni sono stata fidanzata con un ragazzo, dal 2011 al 2015. A partire dal 2013 ho subito violenze, alcune leggere, alcune decisamente pesanti. 

È iniziato tutto con qualche sberla, poi sono arrivati i morsi, tanto forti da strapparmi la carne, i danni alla mia macchina, i pugni... Tutto è terminato nell'ottobre del 2015, eravamo a Parigi per un week end. La prima sera a cena è impazzito, mi ha insultata al ristorante poi siamo tornati in hotel e durate tutto il tragitto non ha mai smesso di urlare e strattonarmi. Una volta arrivati in camera ha iniziato a prendermi a pugni e strapparmi i capelli. Ricordo che mi urlava "ti spacco tutti i denti, così mi denunci per qualcosa!"... Dopo circa un paio d'ore mi ha rubato 100€ dal portafoglio, se n'è andato e il giorno seguente è tornato in Italia. Io ho passato altri due giorni da sola a Parigi e quando sono tornata ho iniziato a rivivere la mia vita, o almeno così pensavo. Nel giro di pochi giorni sono arrivate le frecciatine sui social network, una sua amica ha iniziato a prendermi di mira, spesso mi scriveva lanciandomi provocazioni, dandomi della psicopatica e ammetto di averle risposto, a volte anche male, ma dopo due anni di violenze era davvero difficile non rispondere a provocazioni del genere. Decisi di bloccare ogni contatto che potesse disturbarmi e le cose procedettero tranquille per un po' di tempo. Circa un mese fa la ragazza in questione pubblica su Facebook uno stato dove mi accusa di perseguitarla e mi consiglia un TSO, con toni davvero fastidiosi. Fa il mio nome e cognome, io non rispondo, chiamo l'avvocato e le viene recapitata la lettera di prassi dove le chiedo di eliminare i contenuti con il mio nome. Dopo qualche giorno risponde il suo avvocato e viene cancellato il post in questione.
Ieri sera noto che la ragazza ha nuovamente pubblicato qualcosa dedicato a me, questa volta non fa il mio nome, ci sono solo delle foto di utenti che mettono like alle mie cose, alcuni di questi utenti hanno nomi simili a quello della ragazza. Sul momento non mi importa, ma poi noto nei commenti che mi si minaccia di "non dormire più la notte" e altri commenti che mi fanno pensare che la ragazza voglia risolvere la questione in tribunale. Premesso che io non ho mai visto questa ragazza, che è sempre stata lei a scrivermi, che vengono inventate falsità sul mio conto continuamente... Il fatto che io in alcuni episodi abbia risposto in modo poco pacato e che ci siano persone con il nome simile al suo che mi seguono sui social possono essere in qualche modo considerati a suo vantaggio? Posso essere davvero accusata legalmente di qualcosa?
So che la vicenda è contorta e insensata, ma la mia paura è di passare dalla parte del torto e soffrire ancora inutilmente per una storia ormai finita e a causa di una persona che nemmeno conosco.
Se la cosa finisse in tribunale potrei servirmi delle violenze subite dal mio ex ragazzo? Oppure non avrebbero alcun valore, poichè la persona che mi denunci è diversa?  Vorrei capire meglio la mia posizione, spero di essere stata abbastanza chiara, grazie mille in anticipo! (Alessia)

Risponde l'Avv. Alessandra Calabresi
lettera R

Gentilissima Alessia, non conoscendo le modalità che lei ha adottato per rispodere ai messaggi (se pubblicamente o privatamente)  e quale fosse il tenore delle risposte,  non posso essere molto precisa sulla sussitenza o meno di reponsabilità a suo carico per poter escludere che i suoi scritti possano avere una portata diffamatoria o ingiuriosa nei confronti di questa ragazza. Ad ogni modo eviti di rispondere e conservi tutti i messaggi che le sono rivolti.
Se il contenuto degli ultimi post pubblicati dalla ragazza, pur non essendo espressamente scritto il suo nome, è chiaramente a lei riferibile e viola la sua privacy può comunque adire le vie legali per far rimuovere i post. Riguardo il riferimento ai presunti maltrattamenti subiti, non ravvedo allo stato un nesso di causalità, quindi in assenza di prove sia sulla sussitenza degli stessi sia sul coinvolgimento del suo ex ragazzo, non potrebbe farvi utilmente riferimento.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.