Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

blog-business-email-writing-examples.png

Seguici su

if facebook 313103if instagram 313113if linkedin 313117if googleplus 313110

lettera D

Circa un anno fa sono stata contattata da una lettrice di alcuni miei racconti su un sito internet. Da una iniziale 'ammiratrice' si è instaurato un dialogo via mail inizialmente normale, degenerato ben presto in un attaccamento più che molesto da parte sua. Dopo averla avvisata un paio di volte di smetterla, ho eliminato il mio indirizzo e-mail e ho cercato di non rendermi più contattabile, cosa che non è avvenuta per diversi mesi. Stamane trovo nel mio nuovo account e-mail una sua lettera spedita tramite il form automatico del sito di racconti. Il form non fornisce la e-mail del destinatario a meno che questo non risponda, cosa che non ho fatto. Ho provveduto a rimuovere il mio account dal sito. In ogni caso mi sento decisamente inquieta. Cosa posso fare? (Luna)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera R

Gentile Luna,

se il comportamento della signora che le invia le e-mail le arreca molestia o disturbo, può agire nei confronti della medesima sporgendo una denuncia ai sensi dell’art. 660 c.p., “Molestia o disturbo alle persone”. Si tratta di una denuncia (non di una querela), quindi una volta sporta non è rimettibile.

Se il comportamento della signora non le arreca molestia o disturbo ed il suo desiderio è quello di non essere più contattata, a parer mio, può presentare un esposto all’autorità di P.S. (Questura o Comando Carabinieri). In questo caso non si aprirà un procedimento penale e la “disturbatrice” verrà invitata formalmente dall’autorità a cessare nella sua azione. Nel caso in cui la stessa perseveri nella condotta di disturbo, l’esposto sarà una solida base sulla quale costruire una denuncia di tipo penale. Riguardo alla formulazione dell’esposto va sommariamente bene come lo ha impostato nell’e-mail che ha inviato, con l’aggiunta delle indicazioni telematiche volte all’individuazione della controparte e con il tenore generale -che dovrà trasparire dall’atto- del fastidio e non del disturbo e della molestia (altrimenti scatta automaticamente la denuncia penale). Se invece vuol procedere penalmente va benissimo impostare la denuncia con il tenore che traspare dalla sua e-mail.

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.