Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DSalve, non so più che fare e a chi rivolgermi. Dal 2006 sono perseguitata dalla mia vicina di casa . In occasione del mio matrimonio ha iniziato i lavori di ristrutturazione della mia abitazione , la mia vicina mi ha inizialmente e senza fondato motivo , fatto denuncie su denunce alle autorità locali , nel mio immobile ci sono stati circa 20 ha sopralluoghi da parte dei vigili e dei carabinieri, non contenta che tutto era in ordine, si rivolgeva al tribunale civile , ha poi perso la causa. Da quel momento la mia vita e diventata un inferno, si affaccia tutte le mattine al balcone e mi insulta e minaccia, addirittura il giorno del mio matrimonio e per circa 2 anni ha appeso al balcone di casa sua due bambole raffiguranti due cadaveri vestiti da sposi , ed ancora oggi tutte le mattine appende ai balconi oggetti fallaci .. che vergogna!!!! le mattine d'estate  ogni volta che io apro le finestre di casa lei getta sul muro di confine e nel mio giardino la crolina che ha un odore insopportabile  per evitare che io apra le finestre che guardano verso la sua abitazione. Che inferno .. mi segue dovunque ed io ho paura anche di uscire a piedi da sola da casa ...ed infine mi ha denunciato alla procura della repubblica per abusi edilizi e tale procedimento e stato archiviato, ed ancora d'accordo con  un carabiniere del luogo che lei conosceva mi ha fatto fare un intervento di sabato da una pattuglia di carabinieri che entravano in casa mia con i mitra e senza autorizzazione chiedendomi i documenti.. ma si può.. io li ho cacciati di casa.. e loro mi hanno denunciata per art. 651 cp . Ma i due carabinieri si sono beccati anche una mia denuncia per violazioni di domicilio, lesioni perchè mi hanno spinta facendomi cadere a terra e procurandomi una lesione al polso. ma naturalmente il procedimento e ancora  in fase di indagini.. aiuto (Maria)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RGentile signora,
può procedere nei confronti dell’autore delle condotte persecutorie con una richiesta di ammonimento (il fac-simile lo trova nel sito) da presentare in un ufficio della Polizia di Stato od una Stazione Carabinieri, oppure direttamente sporgendo una querela (non c’è bisogno che si rivolga ad un avvocato, è sufficiente presentarsi in un qualsiasi ufficio di polizia). Nel primo caso non si apre un procedimento penale ed il persecutore verrà invitato a comportarsi civilmente, nel secondo caso sarà informata la magistratura. Perché si trovi conferma a ciò che espone (sia per l’ammonimento che per la denuncia) è bene citare dei testimoni che hanno assistito agli eventi che la riguardano e che possano riferire su questi.  Voglio comunque ricordarle che ognuno di noi è obbligato, su richiesta del Pubblico Ufficiale e ovunque si trovi (anche presso il domicilio), a fornire indicazioni sulla propria identità. Ciò significa che è obbligatorio declinare oralmente le proprie generalità, mentre non è obbligatorio avere al seguito la documentazione che confermi l’identità stessa.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.