Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DMi trovo in una situazione che mai avrei pensato di vivere...
vi racconto il fatto:
Anni fa ho avuto una "storiella" con una ragazza che ,haimè, era fidanzata con un altro (che non conosco bene dato che la coppia in questione non vive nella mia città). La cosa è durata poco e a storia ormai finita il ragazzo ha scoperto tutto. Immediatamente lui ha "estorto" il mio numero di telefono alla ragazza e mi ha telefonato e con toni "ovviamente" minacciosi mi ha riempito di insulti e minacce. Tuttavia la ritenevo una reazione comprensibile poichè esternata "a caldo". Qualche tempo dopo la ragazza mi ha telefonato da una cabina pubblica mettendomi in guardia dalla furia del ragazzo che era ritornata dopo un apparente periodo di calma. Da allora è trascorso circa un anno e mezzo senza nessun altro segnale fino a quando mi arriva una comunicazione dalla ragazza che mi dice di aver ripreso la relazione con questo ragazzo e, oltre alle solite raccomandazioni di non telefonare per via del controllo sulle telefonate. Io ho pensato.... ma dopo tutto questo tempo... questo ci pensa ancora ???
Lo scorso mese mi reco nella zona della coppia per la prima volta dal fattaccio e chi trovo ad attendermi fuori dal luogo in cui mi ero recato per lavoro??? LUI!!! Questo qui mi minaccia e mi aggredisce per strada e se non fosse stato per i miei colleghi credo che sarei finito male! il dubbio mi ha assalito subito.... Lui sapeva che io mi trovavo lì... ma come???
pochi giorni dopo, questo tipo mi chiama a casa!!! Mi dice che lui sa tutto di me e conosce il luogo in cui abito e anche dove abita la mia ragazza (quella attuale si intende....) e mi suggerisce di incontrarci perchè vuole delle "delucidazioni" su quella storia che ho avuto con la sua lei. In più mi dice di essere un "pezzo grosso" e che all'incontro porterà 2 amici per controllare l'andamento dell'incontro stesso. Lui ancora aspetta.... sono passate circa 4 settimane ma non l'ho chiamato nè lui ha chiamato me...
Da qualche giorno sono convinto che questo "tizio" stia usando un famoso social network spacciandosi per una donna (utilizzando diversi nomi che man mano cancella...) e scrivendo a tutti i miei contatti femminili di stare attente a me.
Adesso, che fare?
Una denuncia servirebbe a qualcosa o lo farebbe soltanto infuriare di più senza darmi protezione....
Ho letto il DDL sullo stalking e credo che il mio caso rientra in questa casistica (lo stato di ansia non manca e ho in qualche modo modificato le mie abitudini), peccato che ancora non sia stato approvato dal parlamento!!!
nel frattempo....come pensa che debba comportarmi???
Grazie mille in anticipo!(Ale)

Il racconto è stato ridotto per motivi di spazio e di privacy 

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RGentile Signor Ale,
innanzitutto vorrei tranquillizzarla circa il fatto che qualcuno possa intercettare le sue telefonate. Le intercettazioni telefoniche possono essere eseguite solo dalle forze di polizia, per determinati reati e solo su disposizione dell’autorità giudiziaria. Inoltre per compiere tali operazioni sono richieste particolari apparecchiature, non d’uso comune. E’ altresì vero che con un radio scanner, avente frequenza compresa tra 900 e 950 mhz in FM, è possibile intercettare abusivamente delle telefonate cellulari analogiche (E-Tacs), però non è altrettanto possibile eseguire lo stesso tipo d’operazioni per le comunicazioni telefoniche cellulari digitali (GSM), perché occorrono delle apparecchiature molto costose e che in ogni caso hanno una resa scadente. Inoltre, l’intercettazione abusiva di conversazioni, integra i reati previsti e puniti dagli artt. 617 c.p. (Cognizione, interruzione o impedimento illeciti di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche) e 617 bis c.p. (Installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche). Dalla narrazione dei fatti è inoltre ravvisabile il reato di diffamazione (art. 595 c.p.), riguardante le notizie sul suo conto che l’anonimo diffonde a mezzo internet. Come scrivo sempre, non si isoli, si rivolga con fiducia alle forze dell’ordine; nessuno! ha il diritto di privarla della sua libertà.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.