Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DBuonasera, ho 44 anni e sono divorziata (la separazione è avvenuta 8 anni fa) ed ho due figli, di cui uno minorenne. Sono felicemente accompagnata (ma non convivente) da tre anni con un uomo. Quello che sto vivendo da anni sta compromettendo i miei figli, me, la mia vita in generale. Il tutto è dovuto all'atteggiamento del mio ex marito che a tutt'oggi ancora non si rassegna alla separazione, non riesce a rifarsi una vita e coglie ogni minima occasione come pretesto per vendicarsi. Abbiamo già provato delle terapie con scarso risultato, ragion per cui trovo inutile intraprenderne una nuova.
Nello specifico:
- Non mi ha mai ridato le chiavi di casa. Mi sono spariti diversi miei appunti e documenti.
- Violenza fisica nei confronti del figlio diciassettenne che lo contesta.
- Mi accusa di avermi dovuto lasciare la casa. Non so di quale casa parli perchè sono in affitto.
- All'epoca mi costrinse, nonostante il grosso divario economico, a rinunciare agli alimenti per me, e dice che con i soldi che passa per il mantenimento dei figli faccio la bella vita. Io lavoro regolarmente, otto ore al giorno, da quasi otto anni. In alcuni periodi faccio due lavori. Con tutto, spesso non arrivo a fine mese. Pago più di 600 euro d'affitto. Nessun attivo in banca.
- Minacce continue di sospensione del mantenimento ai figli, finora mai tradotte in fatti, ma ogni mese da otto anni a questa parte ho il batticuore, anche perchè lui crea "la suspence".
- Mi accusa di adulterio da otto anni.
- Nelle decisioni riguardanti i figli, lui ha l'ultima parola.
- Derisioni ed intromissioni continue nella mia vita privata.
- Innumerevoli miei interventi per rabbonirlo. Nessun esito. Tutte le volte chiede un incontro e finora l'ho sempre accontentato.
- Non accetta che io possa convivere con il mio compagno nè che si faccia un viaggio insieme con i ragazzi.
- Se mi vede per strada con lui dice che gli manco di rispetto.
Queste ed altre molestie hanno generato in me ansia e depressione, nei ragazzi il danno è incalcolabile. Ho sempre pensato che se non reagivo avrebbe smesso, ma non è stato così. Vi chiedo gentilmente una mano.
Mi rivolgo a voi per chiedere cosa poter fare e cosa avverrà. Se è un caso che richiede una denuncia, un avvocato. Insomma, chiedo un aiuto. Un grazie di cuore, cordiali saluti. (Sabina)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RQui la risposta bla bla bla

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.