Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DHo avuto un bambino con un ragazzo che pensavo di conoscere bene.Dal momento in cui ha saputo che ero incinta, ha cambiato totalmente personalità, ovvero, pensando di essere ormai diventata di sua proprietà, ha tirato fuori la sua vera persona gelosa e possessiva.Non ho mai accettato, sin da subito, la sua sottomissione e sono "scappata"da lui che però non ha mai accettato la cosa. Da allora, quasi 5 anni, non ha mai smesso di tempestarmi di squilli senza risposta anonimi su cellulare e numero fisso, minacce di morte e ingiurie tramite sms sempre anonimi;ha dato fuoco all'auto e al mio negozio e tentato con denunce calunniative di farmi togliere il bambino;ho sempre denunciato il tutto senza mai far intendere che fossi impaurita da lui.Non è servito a nulla.Il questore mi ha detto che se anche dovessero risalire a Lui(per le telefonate), il suo avvocato lo difenderebbe dicendo che il suo cellulare potrebbe essere stato usato da chiunque per farmi tali "scherzi"e a chiunque ho chiesto di testimoniare, mi ha detto che non se la sente di farlo perchè temerebbe una ritorsione da parte sua.Ho un manoscritto che è prova schiacciante delle sue diffamazioni su banconote,ma un perito calligrafico mi ha detto che ,nonostante sia chiaro il mittente, non daranno mai una sentenza schiacciante...insomma, anche con le prove, la legge non gli farà nulla.Come ci difendiamo? (Dedda)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RGentile signora Dedda,
che dirle, ha fatto tutto quanto era nelle sue possibilità. Io, però, ho un pensiero diverso dal collega al quale si è rivolta. Infatti, se dalle telefonate si risale al cellulare del soggetto al quale la scheda sim è intestata, questo dovrà obbligatoriamente dire se le chiamate moleste le ha fatte lui oppure chi aveva l’uso del telefono in tali occasioni. Motivazioni del tipo, “non ricordo chi usa il mio telefono”, oppure “lo presto sempre ad amici” ecc. non sono credibili, in quanto normalmente ciò può accadere in un’occasione, ma non sempre. Inoltre mi rifiuto di pensare che le telefonate moleste siano “scherzi”, soprattutto se perdurano da cinque anni. Se qualcuno effettivamente si presta a questi giochetti, va sicuramente punito per aver agito in concorso con l’intestatario della scheda telefonica. In questi casi i tabulati telefonici sono determinanti per dimostrare lo stalking. Si ricordi che gli squilli non vengono registrati, per cui cerchi sempre di stabilire il contatto telefonico, anche per un solo secondo. Forza e coraggio e non perda il contatto con le forze dell’ordine tenendole al corrente di ogni nuovo evento.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.