Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

lettera DDal 1992 al 2000 circa ero solita andare a prendere un caffè ad un bar vicino a casa prima di andare al lavoro. Là incontravo sempre le stesse persone, tra le quali un certo M. con il quale ho avuto, però, solo rapporti verbali. Insomma, poche parole scambiate al bar. Cambiando sede di lavoro ho cambiato anche bar e non ho visto quasi più nessuno di quelli che vedevo ogni mattina. A distanza di 5 anni, una mattina ho incontrato al nuovo bar quel tale M., Ci siamo salutati e lui mi ha raccontato le sue "disgrazie": separazione dalla moglie, fallimento della Ditta, malattia della madre e del padre. L'ho ascoltato diverse volte per educazione, poi mi sono stufata e sono passata ad un semplice "ciao". Era spesso presente a questi incontri di pochi minuti anche una mia collega. Poi non l'ho più visto per un periodo di tempo quando, improvvisamente, è ricomparso in maniera ossessiva. Non mi parlava più, ma mi sono accorta che spesso mi seguiva. Anche la mia collega afferma di averlo visto molte volte fermo nella sua auto nei pressi della scuola dove lavoriamo.
Adesso la situazione è diventata insostenibile: ogni giorno, all'uscita della scuola, mi segue con la sua auto fino a casa. Talvolta sembra non esserci per poi comparire improvvisamente quando davanti a me, quando dietro. Addirittura l'ho trovato parcheggiato davanti all'abitazione di una persona inferma che seguo da oltre un anno, segno evidente che segue tutti i miei spostamenti e conosce i posti che frequento. La cosa sta divenendo insopportabile. L'ansia sta crescendo in me (per altro sono in cura per depressione da oltre 1 anno, dopo la morte di mio padre). Ed anche la paura cresce. Oltre a lavorare a scuola ho un Campo Addestramento per cani, dove vado il pomeriggio ad addestrare e dove, talvolta, mi trattengo fino a sera inoltrata per fare lezione, rimanendo da sola in un posto che è isolato e buio, in quanto quando vengo via spengo tutte le luci del Campo e mi avvio alla mia auto per tornare a casa. Adesso ho il terrore di trovarmelo davanti e che possa farmi qualcosa di male (non è certo una persona normale!). Vorrei fare denuncia, ma non so se servirà perchè la mia parola potrebbe valere la sua. Che cosa posso fare? Penso che questo sia veramente un caso di staking. Se potete, datemi un consiglio. Grazie per quanto potrete fare per me.  (Raffaella)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RQui la risposta bla bla bla

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.