Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

lettera D

In allegato il tema comune e diffuso di mail che ricevo a scadenza costante da un ex che dopo 2 anni e mezzo di relazione ho lasciato visto che la sua situazione di convivenza con un'altra donna non si risolveva; nel frattempo ho conosciuto un'altra persona che da 9 mesi frequento, da quel momento sono diventata un'ossessione nella vita del primo e chiedo cosa fare per evitare che la situazione peggiori a mio sfavore:

Ti ricordi quella volta che mi dissi che stavi tornando a casa in macchina ed eri in mezzo ad un temporale e stavi per finire in un canale perchè eri disperata. Ecco a differenza tua a me è successo veramente!!! Mi hai completamente fatto uscire di senno ed ho perso la ragione. DESIDERO CHE TU SAPPIA QUESTO. Non so come e non so chi (forse il mio angelo protettore) mi ha preso per i capelli e mi ha salvato. Sono stato in ospedale per alcuni giorni a lottare con il mio corpo ed alla fine sono sano. Non ho raccontato niente a nessuno, nemmeno a mia mamma, credeva fossi in ferie. Così mentre tu eri con lo schifoso terrone io stavo lottando per la mia vita e questo solo e soltanto a causa tua.

Desidero che tu capisca il dolore terribile che mi hai provocato, la sofferenza immensa che ancora oggi provo mentre tu te ne stai beatamente con il primo coglione che hai incontrato. Perchè così è andata. Non ti interessava nulla che fosse bello o brutto, magro o grasso, colto o stupido, terrone o italiano, ti bastava una persona che ti riempisse i vuoti e ti scaldasse il letto. Ed il primo che ti ? capitato disponibile te lo sei preso. Avevi bisogno di provare ad allontanarmi, avevi bisogno di provare a dimenticarmi, avevi bisogno di ferirmi a morte. E mi hai annientato. Ma questo lo capisci? Capisci quanto dolore mi hai provocato? Te l'ho ripetuto infinite volte, ti ho chiesto di incontrarci ma tu non volevi fare un torto all'africano (era dicembre).

Ed oggi sono solo, sono triste e sto provando ad andare avanti. Ma non è per nulla facile. Ti penso ogni santo secondo.

Ero una persona equilibrata e mi hai totalmente fatto perdere il mio equilibrio. Non avevo mai provato amore per nessuno e tu con la tua caparbietà mi hai cambiato e proprio quando ero pronto per stare definitivamente con te mi hai mollato come un deficiente. NON SI TRATTANO COSI' LE PERSONE!!!

Avremmo potuto essere felici, avremmo potuto avere una bella famiglia, avremmo potuto stare bene assieme per sempre, avremmo potuto essere degli ottimi amanti, avremmo potuto avere dei bei bambini, avremmo potuto condividere le gioie ed i dolori della vita, avremmo potuto invecchiare assieme. MA HAI NEGATO A TE E A ME TUTTO QUESTO. Sei stata crudele e la mia rabbia è infinita.

Quante volte avrei voluto venire a suonarti il campanello e prendere a calci in culo quell'ignorantone sfigato mediocre che ti sei messa a fianco fino a farlo tornare al suo paese natale. I terroni sono così orgogliosi e fieri della loro terra però vengono in Italia e rompere i coglioni!!!

Cerco nelle donne te, come te hai cercato in lui me. Ma non ti ritrovo in nessuna. E solo se facessi come hai fatto te, cioè che ti va bene il primo sfigato che ti passa a fianco purchè sia disposto a scaldare il tuo letto, allora potrei averne 1 alla settimana. Ma non è questo ciò che mi interessa.

Come sempre comunque le mie parole rimangono solo aria fritta per te che sei insensibile e di ghiaccio.
Per me non è cambiato nulla ti amo e soffro come prima. (Claudia)

 

Risponde il dr. Giancarlo Salvadori
lettera RGentile signora Claudia,
sicuramente lo stalker ha perpetrato il reato di diffamazione (art. 595 c.p.) nei confronti del suo attuale compagno. Tale reato è perseguibile a querela della parte offesa. Riguardo alla sua posizione, invece, secondo me è il caso di agire richiedendo un ammonimento del Questore, tramite il quale l’Autorità di P.S. inviterà il suo persecutore a tenere un comportamento improntato alla civile convivenza.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.