lettera D

Mi è successa questa cosa: circa un anno fa ho scritto via whatsapp ad una persona conosciuta da poco e abbiamo cominciato a chattare. Poco dopo mi disse che se gli davo dei soldi (se non erro su postepay) mi avrebbe fatto una telefonata erotica dove "mi avrebbe fatto sentire un vero uomo". Questo mi ha offeso molto e mi chiedo se una richiesta di soldi così esplicita possa mettere lei nel torto, se potrebbe considerarsi molestia la sua proposta …. Grazie (Fede).

Risposta dell'Avv. Alessandra Calabresi:
lettera R

Gentilissimo Fede,

nella fattispecie da lei esposta non si ravvede il reato di molestie come previsto e disciplinato dall'art. 660 c.p.: che dispone“Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda fino a euro 516”.

Infatti per aversi molestia deve esseresi in presenza di un comportamento “petulante”, ovvero eccessivamente insistente e fastidioso, elementi, questi, assenti nell'episodio da lei descritto che, dunque, non sembra configurare alcuna condotta penalmente rilevante. Cordialmente

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.