In un periodo storico particolarmente critico come quello che stiamo attraversando è importante rivolgere l’attenzione alla visione dell’uomo nella sua interezza. Il benessere integrale della persona si può realizzare soltanto comprendendo i bisogni e le aspettative individuali dalle quali non si può prescindere perché rappresentano i cardini di una società fondata sui diritti della costituzione.

 

“Quando parliamo dei bisogni degli esseri umani parliamo dell’essenza della loro vita” (A. Maslow)

Nel suo primo saggio “Motivazione e personalità”(1954) lo psicologo statunitense Maslow aveva espresso le sue idee relative ad una nuova visione della psicologia che prese il nome di psicologia umanistica. Lo studio della motivazione e del comportamento era orientato a far emergere le potenzialità individuali e la spinta interiore verso l’autorealizzazione. Nello sviluppo evolutivo i bisogni primari sono il benessere fisico e la sicurezza. Il benessere fisico è appagato quando sono soddisfatte le necessità fisiologiche come la fame, la sete, il sonno.

Nei primi anni di vita i genitori hanno il compito di assistere materialmente il proprio figlio ma anche di avviare nel bambino un processo di autodeterminazione e di consapevolezza che sono le basi per la costruzione della propria identità. I bisogni secondari costituiscono un livello successivo in cui i sentimenti, le conoscenze e l’autorealizzazione sono i campi di ampliamento formativo che si evolvono in parallelo con la crescita fisica e intellettuale.
Queste necessità si riferiscono alla sfera emotiva ed affettiva: desiderio di sentirsi compresi ed accettati dalle persone vicine con le quali si stabiliscono relazioni di fiducia e stima reciproci. La spinta all’autorealizzazione porta il soggetto a cercare attività consone alla sua natura e alle sue attitudini orientando le personali abilità nel contesto sociale di appartenenza.
I bisogni superiori sono inerenti alla sfera interpersonale e soddisfano i bisogni estetici e culturali.
Secondo Maslow l’uomo ha indirizzato il suo sviluppo evolutivo adattandosi progressivamente all’ambiente di vita e sviluppando le caratteristiche proprie della sua specie. E’ chiaro come il soddisfacimento dei bisogni primari sia fondamentale perché se essi non vengono soddisfatti non è possibile attingere alla spinta motivazionale dei bisogni secondari; le carenze economiche e sociali influenzano negativamente la sfera di arricchimento intellettuale, non c’è spazio per fruire di interessi e cultura se i problemi contingenti sono pressanti e vitali. 

Evoluzione biologica e culturale sono fortemente legate e interdipendenti, fattori genetici e ambientali si integrano per sviluppare comportamenti adattativi di cui l’uomo è stato protagonista e testimone nel corso della sua storia. L’individuo si realizza attraverso la progressione dei vari livelli della gerarchia organismica, un percorso di crescita che spinge l’essere umano a sviluppare competenze relative al “saper fare” e ad arricchire i propri valori e ideali nell’ambito della dimensione metacognitiva.

L’evoluzione dell’uomo riassume l’ontogenesi delle motivazioni sociali e biologiche della specie, un percorso lento e progressivo che si sviluppa nel corso del tempo e che diventa un patrimonio di conoscenze da cui l’intera collettività ha il compito di attingere le risorse indispensabili per costruire un futuro migliore.

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.