Indice

Cosa implica essere genitori di un bambino dislessico

Nella gestione quotidiana di un bambino con dislessia i genitori possono sviluppare sentimenti di inadeguatezza (legati alla percezione di non poter gestire le difficoltà del bambino), di colpa (pensano di essere responsabili delle sue difficoltà) e di angoscia (legati alla paura che lo sviluppo del bambino possa essere irrimediabilmente compromesso). Occorre sostenere la famiglia nell’affrontare il problema. Rivolgersi ad un esperto consente di avere una diagnosi e programmare un percorso adeguato in collaborazione con le attività del team sia scolastico che terapeutico. Infatti, per quanto la scuola possa attrezzarsi per comprendere il disturbo prima, e attuare un cambiamento culturale della classe insegnante poi (per produrre una didattica più rispondente alle caratteristiche neurofisiologiche di questi bambini/ragazzi), è innegabile che i maggiori aiuti al bambino dislessico arrivino dalla famiglia.

Spesso la mamma è il fulcro portante di tutta l’attività di sostegno per il carico scolastico nella sua continuità, ma anche di sostegno psicologico nel motivare e infondere fiducia nel figlio.

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.