Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

Indice


Ho citato, come esempi, grandi personaggi, ritenuti ormai dei miti da tutti, testimoni di un’opera “classica”, adesso, mi piacerebbe descrivere l’opera di alcuni artisti più contemporanei, a dimostrazione del fatto, che forse, le dinamiche psicologiche, giacenti alla base della creazione, non sono poi tanto cambiate da Michelangelo e Leonardo.
Bourgeois, ad esempio, scultrice statunitense che ha avuto il giusto riconoscimento solo in età avanzata, presenta il suo lavoro come testimonianza di un mondo interiore tormentato.
Nelle sue opere, esseri racconciati, ricuciti, un po’ gonfi come se fossero dei morti  annegati, tragicamente sofferenti, pieni di ferite, sembra di cogliere aspetti infantili, adolescenziali della sua personalità traumatica.
E’ un’artista di grande sensibilità. I suoi fantocci, attraverso le loro ferite, raccontano le ingiustizie umane; le lacerazioni delle memorie profonde dell’artista che, identificandosi nell’opera, le proietta nel presente che ripete la storia. Il suo lavoro è inteso come “necessità” per la vita.
Da questo tipo di argomento non si può escludere Basquiat, graffitista statunitense, morto prematuramente per overdose.
Il suo è un caso esemplare di indipendenza dal sistema. Egli riflette il disagio esistenziale di quanti si trovano a vivere in una metropoli globalizzante senza riuscire ad adattarsi ai modelli convenzionali.
E la ribellione è espressa con linguaggio nativo, selvaggio. L’opera è un diagramma di segni-scrittura, di graffi di rabbia che parlano del suo difficile rapporto col mondo esterno. Del resto in tutti i graffitisti c’è l’incontenibile bisogno di comunicare la angosce invadendo gli spazi pubblici. Non c’è dubbio che in Basquiat, come in Keith Haring, ci fossero anime di individui strutturalmente emarginati che amano vivere nei sotterranei, nei metro, e lì rappresentare il loro mondo.
Non è casuale che volessero invadere lo spazio pubblico, come per entrare con prepotenza all’interno di un contesto sociale e relazionale che li aveva esclusi e che invece intendevano assolutamente possedere.
Tornando indietro di pochi anni, rispetto Bourgeois e Basquiat, invece possiamo trovare altri esempi illuminanti rispetto un’arte vissuta intensamente. Arte di creatori  quali, Braque, Breton, Frida, Picasso.
Frida Kahlo, artista cilena, rappresenta un simbolo e un’ispirazione per chiunque voglia provare una rivoluzione politica, artistica o sessuale. Fisicamente devastata da un incidente automobilistico, che l’ha costretta ad un lungo calvario e a subire trentadue interventi chirurgici e l’amputazione di una gamba, vive gli ultimi anni della sua vita su una sedia a rotelle. Dall’incidente i temi centrali del suo lavoro diventano il dolore, la forza, il sangue, la vita.
I suoi quadri, molto crudi, sono i testimoni eloquenti di una vita di sofferenza e passione, di solitudine e grande coraggio.
Pablo Picasso, invece, è stato forse uno dei talenti più precoci e multiformi della storia dell’arte. Nel corso della sua lunga attività artistica, sperimenta e inventa di tutto. Si muove in maniera incessante da un’idea, all’altra, genera nuovi movimenti e tendenze, ne attraversa altre.
Ciò potrebbe essere una testimonianza della presenza, nella personalità artistica, di un elemento “ossessivo” e “iperattivo” caratterizzante il pensiero creativo (argomento che sarà affrontato nel paragrafo successivo).

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.