Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

Indice

artistaCon questo scritto si tenterà di evidenziare alcune caratteristiche della personalità degli artisti, emerse nel corso di analisi biografiche.


Dopo Freud, gli psicoanalisti si sono interessati ai meccanismi della creatività e molti di loro hanno avanzato l’ipotesi di un fattore trainante, presente in ogni opera d’arte, e cioè: il desiderio della madre. Bisogna, infatti, tener conto dell’importanza che riveste la figura materna nell’organizzazione della personalità, associata, però, anche ad un altro fattore ugualmente importante: la depressione.
Nei creatori, non a caso, si è riscontrato, spesso il persistere della compiacenza infantile e la ricerca della madre anche nell’età adulta. Secondo A. Di Benedetto, l’esperienza estetica sembra contenere, sia l’elemento maniacale che quello depressivo facendo appello a due esperienze introiettate: il sentimento di “fusione” con il seno materno; il riconoscimento di un oggetto “separato ”.
Si tratta di due aspetti contraddittori dell’esperienza psichica: l’uno, appunto, “maniacale”, nel quale è contenuta la fusione con qualcosa di grande e l’altro di depressione, in cui è implicito il dolore della separazione. L’esperienza estetica, dunque, li contiene entrambi, riuscendo a coniugare una sorta di gioiosa estasi mistica, di immedesimazione con l’oggetto, con un acuto senso di alterità e di individualità .
Winnicott ritiene che, la creazione prende origine da un elemento femminile, trasmesso molto presto al fanciullo, attraverso uno “sguardo metaforizzante”, che consentirebbe delle proiezioni immaginifiche .
Pensiamo al particolare rapporto di Goethe con la madre, rapporto che ha lasciato tracce nella sua opera e che viene fuori nell’esclamazione di Faust: “Le madri, le madri, che strano suono hanno queste parole!”.
Neumann, ad esempio, è dell’opinione che spesso un rapporto soffocante e iperprotettivo può determinare, come nel caso di Goethe, una notevole creatività nell’individuo adulto.
“In molti bambini amati eccessivamente dalla madre si sviluppa poi un forte senso di sicurezza, la convinzione di essere particolarmente dotati, una particolare inclinazione alla creatività ”.
Viene quasi automatico ricordare anche Giacomo Leopardi, che, frustrato dal mondo esterno familiare, gelido e vuoto, trova un fattore di compensazione solo nei libri, gli unici a rispondere alla sue richieste d’affetto. La forte passione e ambizione di comporre e pubblicare opere, lo fa evadere dalle oppressive condizioni ambientali, in cui la figura, forse più terrificante è proprio quella della madre, schiacciata da un forte bigottismo.
O George Gershwin, grande musicista e compositore americano, uomo di successo, ricchissimo e amatissimo dalle donne. Allo stesso tempo, però, insicuro, costantemente alla ricerca di qualcosa, quasi non riuscisse mai a raggiungere completamente la meta. Fin dall’adolescenza, si è portato dietro la malinconia e la depressione. La madre Rose, non è mai stata soddisfatta della carriera del figlio, sempre pronta a fargli notare le recensioni negative dei critici musicali. Possessiva, lo ha sempre “costretto” a non sposarsi. Allo stesso tempo, però, era fredda e distaccata: se il piccolo George provava a darle un bacio, lei si voltava dall’altra parte .

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.