Indice

Solitamente chi ha paura di perdere il controllo durante questi momenti, si imbarazza se tali sensazioni accadono in pubblico, mentre chi ha paura di morire cerca intorno a sé un’ancora di salvezza. La derealizzazione e depersonalizzazione avvengono soprattutto nei casi più gravi; in particolare la depersonalizzazione può corrispondere ad una parte specifica del corpo, come una mano o una gamba che sembra per la persona, distaccata da tutto il resto.

Inoltre chi soffre di attacchi di panico è consapevole che questi attacchi siano immotivati ed irragionevoli, ma non sa assolutamente cosa fare per eliminarli. Chi vive anni con tale sintomatologia, può osservare un peggioramento di queste sensazioni, come se si propagassero anche in aree e situazioni diverse da quella di partenza, ma soprattutto ha spesso la sensazione che le persone accanto non riescono a capirla veramente. In effetti è così. In effetti solo chi soffre o ha sofferto di disturbo di panico può realmente comprendere come ci si sente in quei momenti. Oltre a queste persone, anche quegli specialisti che quotidianamente offrono un aiuto a combattere i disturbi d’ansia possono comprendere cosa sta succedendo. Di questo parleremo fra breve.

Chi soffre di Disturbo di Attacco di Panico (DAP) ha gli attacchi precedentemente descritti, con la caratteristica specifica di essere inaspettati e ricorrenti. A seguito di questi, la persona può preoccuparsi  di avere altri attacchi e quindi cambiare abitudini di vita o evitare le situazioni in cui più di frequente questi accadono. Pensiamo ad esempio a fobie specifiche come la paura di volare (non si prende più l’aereo) o di guidare in autostrada (si preferiscono vie urbane)…

Si produce inoltre molto spesso una sorta di “ansia anticipatoria” –cioè che anticipa il panico stesso- se proprio la situazione non può essere evitata e le sensazioni in essa sembrano ricalcare quelle del DAP: nausea, palpitazioni, sudorazione eccessiva e voglia impellente di andarsene subito via, sebbene questo non sia possibile. Pensiamo in questo caso alla fobia da palcoscenico che colpisce numerosi attori…

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.