Indice

GLI APPROCCI ALLA TOSSICODIPENDENZA
Il fenomeno della dipendenza da sostanze è stato studiato secondo diverse prospettive a seconda che il punto di vista fosse quello biologico, psicologico sociologico, oppure relativo ad altre discipline antropologiche. Tra questi approcci ricordiamo:

* La prospettiva bio-medica che ha fornito per molto tempo i modelli predominanti nello studio delle tossicodipendenze. Secondo tale approccio la droga sarebbe l’agente patogeno che, al pari di un virus, venendo a contatto con la persona genererebbe la patologia. L'approccio bio-medico dunque tende a privilegiare le interazioni bio-chimiche tra le sostanze e le strutture somatiche.
* La prospettiva psicologica che tende a spostare il focus dalla sostanza alla persona che ne fa uso. Secondo questo approccio l'assunzione di droghe non è altro che la manifestazione di un disagio intra-psichico.
Sigmund Freud ad esempio, mise in evidenza la corrispondenza fra l’uso di sostanze e la tendenza a sviluppare una nevrosi. Secondo Freud il comportamento d'abuso è connesso alle spinte narcisistiche e agli stati maniacali di tipo ossessivo.
Successivamente a Freud, altri autori di formazione psicanalitica hanno messo in evidenza la relazione che intercorre tra la dipendenza da sostanze e la relazione infantile madre-figlio. Questo legame si basa sul principio secondo cui la droga avrebbe la stessa funzione simbolica del latte materno in un contesto di astinenza/fame. In tale situazione di dipendenza è come se vi fosse, da parte del tossicodipendente, un ritorno al legame simbiotico con la madre, sostituita dalle sostanze.
Sempre all’interno del filone psicologico, ci sono altri approcci al problema della tossicodipendenza che, tendono a spostare l'attenzione dalle variabili intra-psichiche del soggetto, al sistema di relazioni interpersonali all’interno delle quali si manifesta una condizione di tossicodipendenza. Secondo tale approccio, definito sistemico–relazionale, la tossicodipendenza, anche se considerata un fenomeno individuale, sarebbe fortemente correlata alle dinamiche relazionali che si sviluppano all'interno del nucleo familiare.
* La prospettiva sociologica secondo cui il contesto socio-culturale in cui la persona e il suo nucleo familiare sono inseriti avrebbe un ruolo importante nel verificarsi di una situazione di dipendenza. Secondo tale approccio, dietro la tossicodipendenza vi sono vari fattori, quali ad esempio, la cultura, l’indebolimento del sistema sociale e della famiglia. La droga dunque, non è una sostanza, ma un intreccio di relazioni sociali significative che rende instabili il funzionamenti della convivenza, costituendo un rischio ponderoso per il sistema sociale.


Altri approcci hanno associato la tossicodipendenza al concetto di “disadattamento”. Questo disadattamento deriva da una distanza tra gli scopi socialmente proposti al soggetto ed i mezzi concretamente disponibili per raggiungerli. Secondo questa prospettiva la tossicodipendenza sembra essere il riflesso di una posizione “rinunciataria”, da parte dell’individuo, sia dei mezzi che delle mete. Questa visione delle cose viene però ridimensionata verso l’inizio degli anni '80, quando, attraverso alcuni studi si è riuscito a dimostrare che le variabili economiche, geografiche e culturali non sono discriminanti in relazione al manifestarsi della tossicodipendenza. A tale proposito, l'attenzione degli studiosi si è concentrata di più sulla condizione giovanile, considerata come la parte della popolazione maggiormente coinvolta nel fenomeno.

A mio avviso i tre orientamenti risultano essere molto utili nell’approccio alla tossicodipendenza, ma il traguardo più importante sarebbe raggiunto nel caso in cui queste miscelassero il loro sapere al fine di gettare uno sguardo più ampio sul fenomeno nella sua unicità.

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.