Indice

Cosa sono le COMPULSIONI
Etimologicamente parlando, la parola compulsione deriva da compellere: costringere.
Considerando invece la categoria diagnostica descritta nel manuale DSM IV -TR, inserita tra i così detti Disturbi d'Ansia, la compulsione è un comportamento ripetitivo come lavarsi, pulire, riordinare o delle azioni mentali (pregare, contare, ripetere parole o formule) agiti per prevenire o ridurre l’ansia causata da un precedente pensiero ossessivo. La compulsione ha quindi una specifica funzione e significato legato all'azione fisica o mentale: in tal senso in terapia è importante andare ad approfondire il nucleo di significati in cui ruota questo disturbo.

Come detto, la compulsione è tesa a ridurre l'ansia; in questo modo però, si instaura il circolo vizioso: ossessioneàansiaàcompulsione. In tal senso, il pensiero ossessivo produce una certa carica ansiogena che compelle, costringe la persona ad attivarsi attraverso uno specifico comportamento. Se la persona prova a resistere alla compulsione, ll’ansia aumenta, rinforzando quindi la sintomatologia di partenza.

 

 

 

 

 

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.