Indice

L’uso di sostanze stupefacenti durante la gravidanza.
Un aspetto certamente preoccupante sul piano medico-sanitario, e non meno allarmante su quello etico-psicologico, è rappresentato dell'assunzione delle sostanze stupefacenti durante la gravidanza.
Assumere droghe nel periodo della gestazione espone l'embrione e/o il feto all'azione dannosa delle sue componenti. In particolare, a questo proposito, negli ultimi tempi sembra essere aumentato significativamente l’uso della cocaina da parte delle donne durante la gravidanza. Di conseguenza, sono cresciuti, anche se a mio avviso sono ancora pochi, gli studi inerenti all’argomento. Questi ultimi hanno messo in evidenza tutte le problematiche a cui vanno incontro i bambini che sono stati sottoposti all’uso di cocaina durante la gravidanza. Tra questi possiamo ricordare ad esempio:

Ø     problemi di tipo sociale;

Ø     problemi comportamentali;

Ø     problemi intellettivi.

Altre ricerche invece hanno smentito i risultati di cui sopra, richiamando l’attenzione su tutti quei bambini che, seppur sottoposti all’uso di cocaina durante la gestazione, sono nati sani.
Come è possibile evincere, esistono differenti risultati rispetto a questo fenomeno. Tali differenze potrebbero essere legate, come accade per molte sostanze di abuso, ai seguenti fattori:

Ø     diverse dosi;

Ø     modalità e periodi di assunzione;

Ø     uso parallelo di altre sostanze. Da alcuni studi, infatti, è emerso che vi sono sostanze che, in diverse percentuali, vengono assunte insieme alla cocaina.
Ø     dissimili condizioni socio-economiche e culturali dei soggetti. 

E’ importante sottolineare che un’alterata interazione madre-neonato può essere la causa dell’ampliamento dei disturbi prodotti dall’uso di sostanze come la cocaina. Tuttavia, a mio avviso, credo che, nonostante sia alto il numero di bambini che non si trova a vivere alcuna problematica alla nascita, dopo essere stato sottoposto all’uso di cocaina nell’utero, non bisogna sottovalutare questo problema. Per questa ragione, credo sia importante effettuare, e dunque ampliare, delle ricerche inerenti a tale fenomeno, per renderlo maggiormente conosciuto, ed offrire, magari, un maggiore supporto a questi bambini e alle loro madri.

Inoltre, ritornando a quanto sopra menzionato, credo che, nonostante le ricerche effettuate, ed i risultati spesso contrastanti, sia difficile pensare che una sostanza potente, come ad esempio la cocaina, se assunta durante la gravidanza, non abbia nessun effetto sul feto.

 

 

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.