Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

moviePillola di Film

{tab=Recensione}

locandinaLo specchio della memoria offre ai telespettatori uno spaccato esistenziale ricco di aspetti contrastanti, entrambi veri e profondi racconti di vita.
La storia di due anziane sorelle dal carattere diverso, l’una ancora attaccata alla vita, ai piccoli desideri che possono rallegrare il cuore, l’altra ormai priva di interessi per il presente che è diventato un pesante fardello da trascinare senza più entusiasmo.

 

 

La memoria è una strana artista, ridisegna i colori della vita, cancella la mediocrità, per conservare solo i tratti più belli, le curve più emozionanti di ciò che è stato” (Marc Levy)

Le due sorelle vivono insieme in un cottage sul promontorio del Maine ricordando il passato con occhi diversi e accogliendo la quotidianità in sintonia con i sentimenti che ancora riescono ad animare la loro semplice vita.
Eppure c’è ancora un legame tra di loro, un ricordo legato alla loro giovinezza quando aspettavano il passaggio delle balene nel mese di agosto. Ed è proprio questo ricordo a ricucire il loro rapporto diventato negli anni una tacita accettazione del tempo passato che non potrà più rivivere né cancellare i segni degli anni, nel corpo e nell’anima. Sono più vicine che mai quando si avviano lentamente insieme per aspettare, dall’alto del promontorio, il passaggio delle balene e con l’ entusiasmo di allora riescono a guardare la vita con gli stessi occhi. 
Non più una lenta e inesorabile decadenza verso la fine che appassisce i sentimenti e alimenta rancori e malinconia ma una nuova e vitale spinta a ritrovarsi, l’una nell’altra, a condividere i ricordi che le hanno unite e che testimoniano ancora l’amore per la vita e il desiderio di allontanare e sconfiggere la fine.
Questo è il dono più bello che Sarah può regalare a Libby ormai cieca che rifiuta il passato, il presente e il futuro . Il  passaggio delle balene riesce a compiere questo miracolo cancellando i colori dell’autunno e disegnando una stagione estiva  piena di sole.

 

vota_star_50 

{tab=Scheda tecnica}

TITOLO ORIGINALE: The Whales of August
PAESE: Usa
ANNO: 1987
SOGGETTO: David Berry
SCENEGGIATURA: David Berry
REGIA: Lindsay Anderson

 

{tab=Curiosità}

I vecchi occupano le panchine ai parchi per tenere il posto agli innamorati in primavera
(frase che Sarah dice alla sorella Libby)

{tab=Riconoscimenti}

Non sono segnalati dei riconoscimenti significativi

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.