Forse ti interessa...

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

moviePillola di Film

{tab=Recensione}

locandinaL’eclettico Mike Figgis firma sceneggiatura, regia e colonna sonora di un film eccezionale per intensità emotiva e carica drammatica.

Semplicissima la trama; il soggetto, tratto dall’omonimo romanzo di John O’Brien, scrittore alcolista e suicida a soli trentatrè anni, racconta l’inarrestabile, dolorosa, terribile parabola discendente della vita di Ben Sanderson, sceneggiatore di Hollywood che, perso lavoro e famiglia, abbandona Los Angeles per uccidersi d’alcool nella scintillante Las Vegas.

 

La storia di Ben si intreccia con quella di Sara, prostituta di origini russe e dal passato doloroso, anche lei in fuga dalla città degli angeli. Tra i due nascerà sin da subito una fortissima attrazione, un amore difficile da consumare per le precarie condizioni fisiche di un Ben ormai al capolinea e impossibile da vivere: Ben appartiene soltanto al proprio dolore, alla propria disperazione. Ben ha già deciso e Sara si ritrova a lottare per salvare un uomo che non vuole essere salvato.

Trama lineare, personaggi a forte rischio stereotipo: insidiosissima, dunque, la stesura di una sceneggiatura che potrebbe annoiare considerando che il protagonista svela la sua vera natura di uomo e la sua unica scelta sin dalle prime scene. Per questo Via da Las Vegas può considerarsi un piccolo miracolo cinematografico che Figgis compie non con la regia, talvolta dal piglio eccessivamente autoriale tanto da invadere la narrazione stessa, non con la direzione di una fotografia ricercata e ben orchestrata, non con le note calde e struggenti del jazz che fa da colonna sonora, ma in sede di scrittura: la sceneggiatura è vibrante, ispirata, supera gli stereotipi, schiva agilmente i clickè, racconta con poesia la storia di due anime a brandelli.

Impossibile rimanere indifferenti alla storia di Ben e Sara, due ombre che vagano senza posa tra le sfavillanti luci di una Las Vegas spietata e troppo veloce per due vite che barcollano, una Las Vegas che non ha tempo né voglia di comprendere il dolore.

Impossibile rimanere indifferenti alla storia di Ben e Sara, due solitudini che si incontrano, si studiano, si trovano, si tengono compagnia, soltanto per un istante, un istante di poesia disperata, un canto senza domani.

E’ doveroso dirlo. Se Via da Las Vegas è uno dei migliori film della Hollywood degli anni ’90, il merito non è soltanto di Figgis. Nicolas Cage è un gigante, la sua interpretazione perfetta, intensa, straripante: meritato l’oscar. Elisabeth Shue si cala perfettamente nei panni di Sara e riesce meravigliosamente ad interpretare il carattere di un personaggio caleidoscopico, dove sensualità, dolore, fascino e dolcezza si fondono alla perfezione.

Indimenticabile Via da Las Vegas: un pugno allo stomaco, ben assestato, di quelli che fanno male, veramente male.

vota_star_30 

{tab=Scheda tecnica}

TITOLO ORIGINALE: Leaving Las vegas
PAESE: Usa
ANNO: 1995
SOGGETTO: John O’Brien
SCENEGGIATURA: Mike Figgis
REGIA: Mike Figgis
PRODUZIONE: Initial Productions

{tab=Curiosità}

  • Il regista Mike Figgis compare brevemente come attore nei panni di un mafioso russo.
  • Nicolas Cage volle realmente ubriacarsi per prepararsi meglio al ruolo.

{tab=Riconoscimenti}

Premio Oscar 1996: miglior attore protagonista Nicolas Cage

Golden Globe 1996: miglior attore in un film drammatico Nicolas Cage

Screen Actors Guild Awards 1995: miglior attore protagonista Nicolas Cage

Indipendent Spirit Award 1996: miglior film; miglior attrice Elisabeth Shue;

miglior regista Mike Figgis; miglior fotografia Declan Quinn

Chicago Film Critics Association Awards: miglior attore Nicolas Cage;

miglior attrice Elisabeth Shue

National Board of Review Awards 1995: miglior attore Nicolas Cage

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.