Forse ti interessa...

WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

moviePillola di Film

{tab=Recensione}
locandinaPuò la giustizia dell'uomo essere "giusta"? può l'uomo essere giudice di un altro uomo con tutte le sue debolezze e i suoi limiti? e c'è la possibilità di redimenrsi?
Sembrano essere questi gli interrogativi emergenti dal film di Gary Gray (The Italian job e Be Cool). Diciamo emergenti perchè tutto è condito dagli elementi del tipico blockbuster americano, sparatorie esplosioni e tanti morti ammazzati.
Il tema è molto simile ad altri film del genere: un uomo a cui vengono ammazzate moglie e figlia sotto gli occhi, subisce l'ingiustizia di non vedere condannati i colpevoli e decide di farsela da solo.
Torna alla mente il più classico "Giustiziere della notte", ma mentre li la rabbia del protagonista (Bronson) si rivolgeva ad una condizione sociale, quella degli anni 80, in cui si intrecciavano manginalizzazione e degrado, in questo caso
l'atto d'accusa è rivolto al carrierismo dei procuratori distrettuali americani e in fondo ai limiti umani nel poter mantenersi neutrali nel giudicare.
Il film quindi intreccia la relazione, incontro scontro, trai due protagonisti: il buono/cattivo americano (Butler) -che fedele al sentire comune quando non può far altro imbraccia il fucile e risolve tutto a colpi d'arma- e il cattivo/buono procuratore (Foxx) che per la propria carriera prima sbaglia per poi pentirsi dopo un percorso pieno di esplosioni.
Ed è proprio l'evoluzione della relazione tra i due la parte più interessante del film sia per la buona interpretazione degli attori sia per il legame psicologico tra i personaggi che in un percorso ad ostacoli dovranno compenetrarsi e interpretarsi.
Il problema del film sta semmai  nella solita cultura della giustizia americana in cui i rei perdono la condizione umana trasformandosi nell'oggetto da punire e su cui scaricare la propria vendetta, non esiste riabilitazione
non c'è redenzione per nessuno e se non ci pensa lo Stato non resta altro che farsi "giustizia privata"

vota_star_20
{tab=Scheda tecnica}
Regista: F. Gary Gray
Anno di produzione: 2010
Produzione: USA
Durata:  108 minuti

{tab=Curiosità}

L'attore Gerard Butler ha creduto molto nel progetto del film ed è anche produttore della pellicola

{tab=Riconoscimenti}
Non ci sono riconoscimenti

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.