Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

{tab=Recensione}
locandinaUn uomo cammina con suo figlio su una strada deserta che percorre una landa desolata. La fine ideologica dell’umanità in uno strano road movie che passa attraverso la perdita di ideali, valori e moralità. Il “grillo parlante” dell’occasione è un corvo colto, d’altri tempi, un po’ logorroico se vogliamo, ma triste per il pessimo andamento della società contemporanea. Egoista e dedita al proprio superficiale benessere economico, l’umanità scompare ed il vuoto la divora.
Totò dà un tocco ironico tutto suo alla pellicola; eccezionale, ovviamente. Lui è il frate che, nella storiella raccontata dal corvo durante il viaggio, riesce a diffondere (o quasi) la parola di Dio tra gli uccelli, ma è soprattutto l’ultimo rappresentante di una società ora priva di ideali.
Accompagnato da suo figlio Ninetto (un personaggio davvero molto fastidioso, mi dispiace ammetterlo) in questo lungo viaggio senza una meta ben precisa, finisce col divorare il corvo, ultimo spiraglio di lucidità e umanità nel mondo.
Pasolini raccoglie i tempi morti senza dilatarli, per questo il film non appare particolarmente “lento”, seppure in realtà accada ben poco. Complice probabilmente la comicità (qui molto controllata) di Totò.
Il film ha uno stile tutto suo; la regia è quasi invisibile, spesso funzionale all’azione dei personaggi che abitano l’inquadratura. Molti i campi lunghi e lunghissimi che esplorano il paesaggio deserto tutt’intorno. Carrelli che seguono o precedono i personaggi, alcuni piani sequenza che accompagnano gli attori. Nessun virtuosismo, insomma, a rendere il film ulteriormente surreale.

vota_star_30
{tab=Scheda tecnica}
Regista: P. Pasolini
Anno di produzione: 1966
Produzione: Italia
Durata: 88 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
Festival di Cannes 1966: menzione speciale a Totò per l'interpretazione
Nastro d'Argento 1967: miglior soggetto originale, migliore attore protagonista (Totò)

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.