Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

{tab=Recensione}
locandinaFilm controverso e molto discusso, nonostante gli enormi incassi al botteghino e le numerosissime critiche positive, “The Blair Witch Project” rimane un caso raro nel panorama cinematografico mondiale. Purtroppo e, soprattutto, per fortuna. Film semi-indipendente e girato da due registi esordienti (Myrick e Sanchez) che morivano dalla voglia di realizzare un film che terrorizzasse la nuova generazione di giovani amanti del genere horror. Mai intento fallì tanto miseramente. L’avventura dei tre protagonisti, Heater, Mike e Josh (attori alla prima esperienza che interpretano il ruolo di se stessi), che decidono di realizzare per la scuola un documentario sul mistero della strega di Blair, è quanto ci viene raccontato. Stile decisamente documentaristico (fastidioso, a lungo andare), che raccoglie in ordine cronologico le immagini registrate dai tre ragazzi, la cui scomparsa ci viene annunciata all’inizio della proiezione.  
Atmosfere inquietanti, il potere della suggestione ed il dubbio su tutto ciò che appartiene a quei boschi sperduti sono gli effettivi protagonisti del film. I tre ragazzi ci mostrano il vero aggirandosi furtivi e spaventati tra gli alberi della foresta demoniaca. Una casa diventa il rifugio dei due sopravvissuti alla seconda notte, e luogo di terribili verità. Numerose impronte di mani infantili su di una parete; pezzi di carne, denti e vestiti; atmosfera raggelante ed incubo continuo. Lo spirito malevolo del ‘700 li accompagna tra le braccia del padre destino che li ha condotti fin lì. Il mistero è pressoché risolto, ma la sete di terrore di chi osserva la morte sullo schermo resta viva.

star1.gif

{tab=Scheda tecnica}
Regista: Daniel Myrick, Eduardo Sanchez
Anno di produzione: 1999
Produzione: USA
Durata: 86 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
"Premio Giovani" per il miglior film straniero al Festival di Cannes 1999,

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.