Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

{tab=Recensione}
locandinaUn gruppo di attivisti per i diritti degli animali irrompe in un laboratorio e libera delle scimmie sottoposte ad esperimenti, ignorando gli avvertimenti di uno scienziato, secondo cui esse sarebbero portatrici di un virus contagioso. 28 giorni dopo, un ragazzo in coma, Jim, si risveglia in un’ospedale di Londra: guardandosi attorno, si rende conto che la città è completamente deserta. L’inquietante incipit di 28 giorni dopo di Danny Boyle offre lo spunto per la messa in scena di uno scenario apocaliticco di grande suggestione, nel quale far scatenare tutte le pulsioni dell’uomo, dalle più nobili alle più distruttive. Jim vagherà per una Londra da incubo, vuota, soprannaturale, rendendosi presto conto di dover lottare contro un esercito di non-morti cannibali e spietati (ma non sarà quello il pericolo maggiore). Al di là della discutibile originalità della trama, il film presenta diversi spunti interessanti: la violenza come arma di difesa dalla violenza stessa, l’istinto di sopravvivenza come sentimento condiviso da tutti gli esseri e che accomuna mostri (gli zombie) e umani (i soldati), o la civiltà come costruzione fallace dell’uomo, abbattuta dalla sua vera natura di animale. Si potevano evitare alcune superficialità come la parentesi sulla famiglia o un happy end inutile e in contrasto con il resto, ma 28 giorni dopo rimane comunque un buon film, capace di condurre lo spettatore nei meandri più bui dell’animo umano, angosciandolo con la sola prospettiva di potersi risvegliare un giorno, come Jim, e di trovarsi di fronte alla cruda realtà, cioè ad una società che è pronta, ad ogni momento, a voltarci le spalle e a lasciarci completamente soli, in balia di noi stessi.

vota_star_30
{tab=Scheda tecnica}
Regista: D. Boyle
Anno di produzione: 2002
Produzione: Gran Bretagna, Olanda
Durata: 112 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
Non ci sono riconoscimenti

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.