WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

{tab=Recensione}
locandinaNuovomondo è il racconto del viaggio di una famiglia che, agli inizi del XX secolo, si mise in marcia verso New York, la nuova Terra Promessa dove cercare felicità e benessere. Emanuele Crialese (Respiro) riesce a costruire una pellicola originalissima, che se pecca all’inizio per un incipit troppo descrittivo, che trascura la trama, successivamente coinvolge lo spettatore, conducendolo fino ad uno stupefacente finale. Il film convince grazie soprattutto all’attenta caratterizzazione dei personaggi, ad una regia elegante (fantastica l’inquadratura della partenza), e una sceneggiatura incalzante e ritmata, che lega fluidamente momenti drammatici e sequenze esilaranti. Il fascino di Nuovomondo sta però soprattutto nell’abilità del regista di mescolare una regia dalla forte impronta neorealista con sequenze totalmente visionarie (come le nuotate nel latte), che richiamano Kusturica e il suo universo di sogni e colori. Il viaggio intrapreso da Salvatore è un percorso di metamorfosi dall’uomo antico all’uomo moderno; egli crede di poterci riuscire conservando comunque una propria identità e le proprie tradizioni, ma non è così: il mondo civilizzato ha bisogno di persone razionali in grado di dominare la natura, e non di persone legate alla loro terra, che credono di comunicare con i morti, che vedono fantasmi, che sono dediti a riti scaramantici e paesani. L’uomo del Nuovo Mondo non ha più un passato, bensì è continuamente proiettato verso un futuro che però resta inafferrabile. Alla fine il film commuove proprio per questo: Salvatore e la sua famiglia non riescono nell’intento di trovare la felicità e non rimane loro altro che l’immaginazione, attraverso la quale continueranno a nuotare verso una terra inesistente, ma pur sempre nella speranza di poter trovare, un giorno, l’agognata “isola che non c’è”.

vota_star_40
{tab=Scheda tecnica}
Regista: E. Crialese
Anno di produzione: 2006
Produzione: Italia - Francia
Durata: 111 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
63ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia: Leone d'Argento - Rivelazione a Emanuele Crialese
3 David di Donatello 2007: miglior scenografia, migliori costumi e migliori effetti speciali visivi
Premio Signis
1 Ioma 2007: miglior film italiano
Segnalazione Cinema for UNICEF

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.