WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

 

{tab=Recensione}
Volato al festival di Cannes fra i film in concorso, l'ultimo film di David Fincher è un'appassionata indagine su un serial killer realmente esistito, che non cessa mai di coinvolgere, grazie anche a un fortunato binomio di sceneggiatura e cast. Con “Zodiac”, David Fincher, acclamato progenitore di “Seven” e “Fight club”, alza il tiro, con l'ambizione di raccontare la storia vera, e per questo ancora più inquietante, di quel serial killer che terrorizzò l'America (in particolare la California ) dagli anni 70 in poi. “Salve direttore, sono l'assassino…” questo l'esordio di una delle numerosissime lettere con cui il pluriomicida, ad oggi non meglio identificato, amava prendersi beffa dei giornali locali, spesso annunciando le sue probabili mosse. Avvertimenti o depistaggi? Opera di un mitomane, di uno squilibrato o di un pericoloso terrorista?
L'unica certezza è che dal 1969 San Francisco non fu più la stessa. Di certo non lo furono coloro che seguirono personalmente la vicenda, quattro uomini sempre più ossessionati da un mistero che appariva senza soluzioni. A cominciare dal navigato giornalista Paul Avery, uno smagliante e scanzonato Robert Downey Jr., eccellente nel calarsi (forse in ricordo di vecchi tempi poco limpidi) negli eccessi professionali e personali di un personaggio che resta nel cuore. Lo affiancano poco amorevolmente i poliziotti Dave Toschi (Mark Ruffalo), ambizioso ispettore della omicidi, e il suo partner di lavoro William Armstrong (Anthony Edwards). Infine, un outsider. Uno che con le indagini non c'entrava niente. Uno che non aveva né mezzi, né competenze, né tanto meno contatti per svolgere indagini e cimentarsi in scoperte interessanti. Eppure il vignettista Robert Graysmith (un favoloso Jake Gyllenhaal) mette a repentaglio la propria vita e famiglia pur di provare a risolvere il caso spinoso, nel frattempo divenuto anche mediatico. Riusciranno i nostri (anti)eroi a scoprire la verità? Chi si cela sotto le mentite spoglie di the Zodiac? David Fincher ci tiene con il fiato sospeso fino all'ultimo, nella speranza-voglia-desiderio smodato di sapere come vada a finire l'intricata e tortuosa vicenda. Sempre che sia finita per davvero.

vota_star_40
{tab=Scheda tecnica}
Regista: D. Fincher
Anno di produzione: 2006
Produzione: Stati Uniti
Durata: 158 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
Non ci sono riconoscimenti

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.