Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

Indice


Cosa ci dice della società segreta “Skull and Bones”?
R. D. N.: All’epoca era più segreta di quanto lo sia oggi. Io ho incontrato membri che si sono autorivelati come tali come se niente fosse. Roth ne ha studiato il mito e la storia dettagliatamente.

Con la storia del protagonista, interpretato da Matt Damon, si ha un ritratto della solitudine disperata di un uomo: com’è nata questa scelta?
R. D. N.: Premesso che come in “Bronx” anche qui la sceneggiatura non è la mia e il massimo che potevo fare era impegnarmi a dirigere il film, comunque l’aspetto privato, personale, di questo personaggio mi interessava molto. Forse è il lato più attraente di una sceneggiatura così ben fatta che dopo averla letta capisci come mai fosse nella lista dei cento film migliori mai realizzati. Forse perché troppo costoso. Comunque, mi piace che in ogni film ci sia la storia privata che si ricollega al mondo circostante.

Ci sono grandi nomi nel cast, come si è regolato nella selezione degli attori, protagonisti e non?
R. D. N.:
La scelta del cast è la cosa più importante: se non hai l’attore giusto, non otterrai mai quello che vuoi. A parte Matt Damon e Angelina Jolie che sono fantastici, non immaginavo questo film senza John Turturro. Purtroppo perse la mamma proprio in quei giorni e io mi misi a girare tutte le scene di contorno, lasciando fuori la parte che lo riguardava, così che avesse il tempo di riprendersi. Speravo con tutto me stesso che accettasse di tornare sul set.

Un grande attore che, da regista, dirige i suoi attori come si comporta?
R. D. N.: Io penso che tutti i registi che sono a loro volta attori riescano a tirare fuori un’ottima performance dai loro interpreti, c’è più sintonia, forse perché sai cosa significa, facendo tu lo stesso mestiere, ma questo vale per ogni lavoro.

Il grande problema che emerge anche dal film sembra essere: dire tutta la verità è giusto in un regime che si definisce democratico?
R. D. N.: Fra il dire tutto e il silenzio in nome dell’interesse nazionale c’è un confine molto sottile. Alla fine, non sai mai se esiste davvero la questione dell’interesse nazionale o se è solo un alibi per nascondere altre verità.

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.