Forse ti interessa...

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

Martedì 29 maggio 2007 è stata presentata al pubblico romano la colonna sonora originale del film “Notturno Bus”, opera prima di Davide Marengo, che schiera accanto a protagonisti ormai popolari (Valerio Mastandrea e Giovanna Mezzogiorno) anche grandi caratteristi, quali Francesco Pannofino e Roberto Citran, nei panni dei “cattivi di turno”. Ma nel film c’è anche un gigante inquietante che è in realtà un bonaccione amichevole: è Titti, interpretato da un convincente Mario Rivera, talento preso in prestito dal mondo della musica. Insieme a Gabriel Coen, infatti, ha firmato la colonna sonora del film, un’avventura che ci hanno raccontato insieme al produttore (di film e cd) Sandro Silvestri.

Sono rarissime le coppie di compositori, nel cinema italiano. Oltre a raccontarci la vostra esperienza, potete dirci se vi siete ispirati a qualcuno?

Gabriele Coen: Avevo partecipato già alla colonna sonora di “Once we were strangers”, un film di Crialese mai uscito in Italia. Però devo dire che lavorare in coppia funziona molto, essere in due è un’ottima strada. I nostri modelli sono un po’ stati i De Scalzi.rivera e coen
Mario Rivera: Abbiamo vissuto praticamente insieme per più di tre mesi, io credo molto nella squadra di lavoro. Abbiamo cercato di creare un percorso attraverso i generi musicali, inserendo anche, nella drammaturgia delle musiche, dei frammenti di parlato, ovvero le voci dei protagonisti tratte da alcune scene del film.

La colonna sonora rispecchia i toni notturni del film, come avete fatto a renderne l’atmosfera?
G. C.: Abbiamo scelto timbri caldi e scuri, usando strumenti come clarinetto basso oppure sax tenore, rifandoci un po’ ai Massive Attack.
Francesco Pannofino: Mi permetto solo di aggiungere che quando ho sentito il film confezionato con le musiche, ho respirato la stessa atmosfera di quando effettivamente giravamo di notte. Il film è bellissimo anche grazie alle musiche, bisogna sostenere il cinema italiano!


Sandro Silvestri, già produttore del film, produce anche il cd della colonna sonora. Può dirci qualcosa al proposito?

Sandro Silvestri: Beh la musica ha sempre accompagnato il cinema. Prima c’era un tipo di musica che commentava, poi è diventata una musica che cercava di stare sullo sfondo senza invadenza. Ecco, io credo che una colonna sonora sia tanto più apprezzabile quanto meno si senta nel film. Ovvero, se è talmente dentro alle scene che non si sovrappone alle immagini ma, finito il film, uno se la ricorda lo stesso. In questo vorrei sottolineare la bravura di Mario e Gabriel, che hanno dovuto affrontare una difficoltà notevole: il montatore aveva già appoggiato delle musiche ad alcune scene, tutte inavvicinabili dal punto di vista economico per i diritti d’autore,quindi un ulteriore ostacolo è stato dover proporre sopra qualcosa di già esistente. E a me sembra che, dopo tutto quest’intenso lavoro, anche i rumori in questo film diventino musica.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.