{tab=Il libro}

 

Autore: Annalisa Gasparre
Titolo: Dal vittimismo al protagonismo. Analisi di politica criminale
Editore: Scriptaweb, Napoli 2011

 

 

 

 

 

 {tab=Di cosa tratta}

La vittima del reato è “soggetto” od “oggetto” politico? È soggetto in grado di reclamare diritti oppure è strumento di politiche sicuritarie e repressive? L’opera intende schiarire gli scenari in cui le vittime di reato ricoprono posizioni differenti, in una confusione di ruoli, spesso resa più oscura dagli spazi offerti dai palcoscenici mass-mediatici, da un senso di insicurezza globale – sul piano sociale, economico, di politica criminale – che disorienta non solo gli utenti della giustizia, ma gli stessi operatori del diritto. Perché se è vero che la colpevolezza del reo deve essere provata, il processo deve essere giusto e ampie le garanzie, altrettanto vero è che la vittima deve essere difesa anche prima dell’eventuale condanna, anzi anche prima di divenire vittima; lo Stato ha assunto il monopolio di questa difesa, almeno in riferimento alla repressione del crimine. Ma si tratta di una risposta sufficiente? Ed è il diritto penale a doversi occupare delle vittime di reato? E come reagisce il sistema politico alle istanze provenienti dalla vittime?
 
Il volume cerca di dare risposta a tutte queste domande, partendo dallo studio della c.d. vittimologia, cioè di quella scienza che ha come focus la vittima del reato. Sono analizzati, poi, i ruoli della vittima delle scelte legislative di diritto penale sostanziale e processuale, oltre che gli strumenti a disposizione della vittima nel diritto vigente, nonchè i limiti. Anche la giustizia riparativa trova spazio nella disamina, quale modalità da esplorare per dare (più) effettività alle esigenze della vittima.
Il volume si conclude con una piccata critica ad alcune scelte politiche recenti.

 

{tab=L'autore}

Si è laureata a pieni voti nel 2006 presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi che costituisce un ibrido di Criminologia, diritto e procedura penale, dal titolo “La vittima del reato”, poi pubblicata

Ha cominciato subito a frequentare aule di tribunale, occupandosi di diritto civile e penale. 

Dal 2010 è libero professionista e collabora con altri avvocati, sviluppando tematiche giuridiche e strategie difensive che privilegiano il rapporto con la persona o l’ente bisognoso di assistenza legale.

In particolare, ha sviluppato una particolare esperienza in tema di difesa della vittima, persona fisica o persona giuridica, con un approfondimento delle questioni a 360° e contaminazioni tra strumenti e rimedi di tipo civilistico e penalistico, anche nel campo della responsabilità medica.

Tra il 2008 e il 2009 ha ricoperto il ruolo di docente nei corsi per guardie zoofile organizzati a Milano, Bologna, Roma e Torino; nel 2011 presso il Corso di formazione per la Polizia Stradale (sedi di Milano, Brescia, Alessandria).

È stata relatrice in convegni con interventi quali: “La legislazione in materia di sperimentazione animale e la legge sull’obiezione di coscienza: i diritti degli studenti e dei ricercatori” (Pavia, ottobre 2007), “Perché è necessario un Regolamento comunale per gli animali” (Broni, luglio 2008), “Zoomafia” e altri illeciti connessi al mondo animale: la situazione in Lombardia”, all’interno della Conferenza di Libera “Le ecomafie al Nord”, (Milano, marzo 2010), “Il nuovo Codice della Strada. Omissione di soccorso animale” (Domodossola, novembre 2010); “Quando la coppia (s)coppia: animali involontari (co)protagonisti della fine di un rapporto” nell’ambito del convegno Codice civile e animali (Milano, maggio 2012).

È collaboratrice redazionale del sito Osservatoriosullalegalita.org a partire dall’agosto 2011.

È membro della redazione della rivista Persona&Danno, diretta dal prof. Paolo Cendon.

Dal febbraio 2012 collabora con Giuffrè Editore, rivista Diritto&Giustizia con pubblicazioni settimanali in materia di diritto e procedura penale.

È membro della Speech Area del Glocal University Network.

È autrice di numerose pubblicazioni, tra cui una monografia “Dal vittimismo al protagonismo: analisi di politica criminale”, 2011 (codice ISBN: 978-88-6381-147-6) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e il Glocalbook “Passi di danza sulle note dei cultural offence. Prime riflessioni a latere della sentenza Cass. pen. Sez. VI, 24 novembre 2011 n. 43646 in materia di concorso nell’intervento di circoncisione da parte di soggetto non abilitato alla professione medica” (gennaio 2012).

Alcune pubblicazioni sono presenti anche sulle riviste Penalecontemporaneo.it; Dirittoambiente.net; Penale.it; Overlex; Dirittominorile.it; Justowin.it; Infocds.it, L’impegno, rivista della Polizia.

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.