Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

diventa fan

{tab=Recensione}

copCesare Rimini, avvocato matrimonialista, con il libro “E a casa, tutti bene?”, un piccolo manuale sullo stato del diritto di famiglia, analizza in maniera profonda, ma con lieve e piacevole narrazione, il ruolo rivestito dalla famiglia nella società moderna.

L’argomento è di estrema attualità. La famiglia, oggi, è un sistema in continua evoluzione: adozioni omosessuali, figli in provetta, affidamenti condivisi, per non parlare poi delle nuove tipologie di unioni.

Il titolo del libro è indicativo del suo contenuto. E’ infatti dovuto ad un aneddoto narrato dallo scrittore Enzo Biagi  il quale, nei suoi viaggi in America, era d’abitudine che fosse invitato a cena dai grandi della finanza, i quali poi gli concedevano un’intervista. Qualche anno dopo ritornando ad intervistare le stesse persone, il giornalista, come si usa fare in provincia, era solito chiedere all’ospite: <<Come sta la signora?>>. Questa domanda il più delle volte creava enorme imbarazzo perché la dama in questione, molto spesso, era stata nel frattempo sostituita. Per non creare impaccio allora lo scrittore inaugurò una nuova formula che non faceva sorgere alcun problema: <<E a casa, tutti bene?>>.Rimini, analizzando in particolare il matrimonio, punta il dito sulla “grammatica” della coppia, un progetto di legame che rinsalda la relazione e la rende duratura nel tempo. E’ infatti necessario che con il passare degli anni il fuoco dell’invaghimento, che fa credere affrontabile ogni tipo di problema,  si trasformi nella brace del rispetto reciproco, coltivato con pazienza, sapienza e lieve tocco di umorismo. Solo in questo modo la coppia sarà in grado di affrontare in maniera matura gli inevitabili scogli della vita matrimoniale. Paradossalmente erano molto più stabili i matrimoni “combinati” di qualche decennio fa, proprio perché la base di partenza era poco o per nulla enfatica ma da qui si gettavano le basi per la costruzione di un solido legame.

Oggi vi sono separazioni che avvengono pochissimo tempo dopo il matrimonio, si tratta di giovani che si sono sposati con poca maturità e con il pensiero che un matrimonio, così come si è fatto, così si può disfare. Altre separazioni avvengono, stranamente, dopo che la coppia ha convissuto a lungo prima di sposarsi: il piacere di stare insieme svanisce nel momento in cui la convivenza diventa un obbligo. Alcune coppie inoltre si separano per la cosiddetta “nostalgia della mamma”: neosposi che si accorgono che la vita in comune comporta spese, oneri, incombenze e che per tali motivi non tagliano il cordone ombelicale che li lega troppo saldamente alle rispettive famiglie d’origine.

Vi sono anche separazioni che avvengono dopo molti anni di matrimonio, dopo che i figli sono arrivati all’adolescenza, con la convinzione che sia giunto il tempo di scrollarsi dalle spalle un legame divenuto ormai noioso. Una considerazione a parte meritano i cosiddetti “divorzi grigi”, coppie che durante il matrimonio avevano un’attiva ed indipendente vita lavorativa e che con la pensione si ritrovano tra quattro mura, dove le frustrazioni del marito determinano quelle della moglie e viceversa.

In sintesi, riprendendo un pensiero di Sant’Agostino, si può dire che un matrimonio funziona solo se i coniugi si comportano alla stessa maniera delle vele di una nave, adattandosi continuamente al vento che soffia sul mare della vita

{tab=Scheda tecnica}
Autore: : Cesare Rimini
Titolo: E a casa tutto bene?
Casa editrice: Bompiani
Anno di pubblicazione: 2006

{tab=Conosci l'autore}

autore

Cesare Rimini è nato a Mantova, nel giugno 1932. E' avvocato, giornalista e scrittore italiano, specializzato in cause matrimoniali.
Collabora con il quotidiano Corriere della Sera.

 

{tab=Curiosità}
non sono presenti curiosità

{tab=La citazione}
non sono presenti citazioni

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.