{tab=Recensione}

copertinaAnche se Corrado Augias lo ha definito uno dei migliori gialli legali usciti in Italia, non aspettatevi i ritmi narrativi frenetici e le trovate sceniche, spesso un po’ tirate, a cui la recente narrativa di settore ci ha abituato. Testimone inconsapevole, prima ancora della soluzione di un caso giudiziario, è l’analisi introspettiva di un uomo, il viaggio alla ricerca dei cocci di una vita. Guido Guerrieri, avvocato penalista demotivato e senza più stimoli professionali né affettivi, è a pezzi quando accetta la difesa di Abdou Thian, un ambulante senegalese accusato di aver seviziato e ucciso un bambino. Più che un incontro è uno scontro perché Abdou per diffidenza e differenza culturale è un muro difficile da penetrare, ma soprattutto perché Guerrieri dovrà destreggiarsi tra opinione pubblica schierata e inquirenti frettolosi di chiudere un’indagine dall’esito sin troppo scontato. L’iter processuale si snoda puntuale, senza assi nella manica del penalista e senza che nessun deus ex machina scenda sul più bello a scrivere la sentenza: l’unica tattica difensiva possibile sembra, infatti, quella di dimostrare come il preconcetto possa condizionare un’intera indagine investigativa. Scontato? Retorico? Per niente. Anzi è la risposta a chi obietti che il rito processuale italiano non possa competere con i plateali colpi di scena dei legal thriller alla Grisham. E l’Autore, pur avendo tutti i mezzi per spingersi in un’analisi tecnica della procedura penale –nella vita Carofiglio è magistrato prima ancora che scrittore- riesce a non cadere nella tentazione del gergo degli addetti ai lavori che avrebbe soffocato la leggerezza dello stile. Le vicende personali di Guido, questo avvocato no global appassionato di musica e cinema, sono semplici; narrate in modo ironico grazie al racconto in prima persona, procedono dividendosi la scena con l’intreccio giudiziario. Finirà che queste due realtà, legate a filo doppio, decreteranno la riuscita della trama perché più l’avvocato si infervora alla causa, più l’uomo ritrova se stesso. Ci riuscirà a modo suo.

{tab=Scheda tecnica}
Autore: G. Carofiglio
Titolo: Testimone inconsapevole
Casa editrice: Sellerio
Anno di pubblicazione: 2002

{tab=Conosci l'autore}

autoreMagistrato dal 1986, è stato designato consulente della Commissione bicamerale Antimafia. Gianrico è fratello dell'architetto, regista teatrale, illustratore e scrittore Francesco Carofiglio. Il 22 febbraio 2008 viene annunciata la sua candidatura al Senato per il Partito Democratico e nelle elezioni del 13 e 14 aprile dello stesso anno viene eletto senatore.
Testimone inconsapevole (2002), è la sua opera esordiente: il romanzo che ha aperto il filone del legal thriller italiano, ha vinto il Premio del Giovedì "Marisa Rusconi", il premio Rhegium Iulii e il premio Città di Cuneo e, infine, il Premio Città di Chiavari. Nel 2003 esce la seconda opera Ad occhi chiusi (Sellerio, 2003), che vince il premio Lido di Camaiore e il prestigioso premio delle Biblioteche di Roma. Nel 2007 viene eletto in Germania, da una giuria di librai e giornalisti: "il miglior noir internazionale dell'anno". Vincitore del Premio Bancarella del 2005 con il romanzo Il passato è una terra straniera (Rizzoli, 2004), nel settembre 2006 ha pubblicato un altro romanzo che vede il ritorno, quale protagonista, dell'avvocato Guerrieri: Ragionevoli dubbi (Sellerio).

{tab=Curiosità}
Il 12 settembre 2007 è stato pubblicato da Rizzoli Cacciatori nelle tenebre, una graphic novel con protagonista l'ispettore Carmelo Tancredi, illustrata dai disegni del fratello dell'autore, Francesco.

{tab=La citazione}
non sono presenti citazioni

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.