Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

Email

Il tuo nome:


 

{tab=Recensione}
locandinaEnnesimo film di Cronenberg sull’ambiguità del reale, A history of violence narra la storia di Tom Stall, uomo dal mite temperamento, che vive seneramente con moglie e due figli nella piccola città di Millbrook. La loro idilliaca esistenza è però presto destinata ad andare in pezzi quando Tom riesce a sventare una rapina nel suo ristorante e uccide due criminali, divenendo così un eroe celebrato dalle televisioni. Cercando di tornare alla sua vita normale e senza troppe avventure, inizia ad essere perseguitato da un uomo misterioso e minaccioso, convinto che Tom sia in realtà Joey Cusack, uomo da cui in passato ha subito delle ingiustizie. Il tema ci riporta all’universo splendido di Spider, e di nuovo il regista va alla caccia della dimensione nascosta dell’essere umano, quell’aspetto di noi stessi che cerchiamo di reprimere, ma che forse non siamo così capaci di controllare. È infatti in questo serrato gioco di nervi, tra scambi d’identità, minacce e crescendo di tensione, che emerge il tema della violenza come lato infelice ma inevitabile dell’esistenza. Cronenberg riesce ancora una volta a penetrare nel lato oscuro della natura umana, scavando in profondità nei meandri oscuri dell’io e sottolineando la doppia essenza del soggeto umano, sempre in bilico tra ragione (Tom Stall) e istinto (Joey Cusack): basta una notte e un incidente per mettere in discussione l’ipocrita bucolica facciata che la famiglia felice di Millbrook ha mostrato al mondo e per lasciar emergere fantasmi e istinti repressi. La sequenza finale, cinica e allo stesso tempo commovente, è il sigillo ad un film dalla magnifica eleganza (nonostante il tema) e dallo sguardo onesto e duro verso l’essere umano. In fondo, anche l’uomo, alla fine, non è niente altro che un animale.

vota_star_40
{tab=Scheda tecnica}
Regista: David Cronenberg
Anno di produzione: 2005
Produzione: USA
Durata: 96 minuti

{tab=Curiosità}

Il film è tratto dal romanzo noir Una storia violenta di  John Wagner ed illustrato da Vince Locke del 1997

{tab=Riconoscimenti}

Il film ha ricevuto dei riconoscimenti minori, quali:  

  • Miglior attore non protagonista (William Hurt) al Los Angeles Film Critics Association
  • Miglior regia e miglior attore non protagonista (Ed Harris) al National Society of Film Critics
  • Miglior attore non protagonista (William Hurt) e miglior attrice non protagonista (Maria Bello) al New York Film Critics Circle

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

MenteSociale

studio mix

MenteSociale è una associazione di promozione sociale (CF: 97992540589)

Indirizzo dello studio:
Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI PER CHIEDERE INFO O PRENOTARE UN APPUNTAMENTO:
Dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 potete venirci a trovare a studio oppure chiamarci!
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.