Uno spunto riflessivo sulla definizione dei concetti di ecologia e sistema ecologico e della costruzione sociale che ne deriva.

 

L’ ecologia  è qualcosa di strettamente connesso alle interazioni che gli individui vanno reciprocamente ad instaurare in un determinato contesto o ambiente socio culturale. L’ambiente può forse essere qualcosa di dato, ma sono gli individui nelle loro relazioni a definire la costruzione sociale del termine in questione. Interagire in un ambiente significa negoziare delle regole in un contesto di socializzazione dove queste regole vengono trasmesse, interiorizzate e fatte proprie dagli individui.

Il sistema ecologico è il risultato di un  sistema micro e macro sociale e può essere legato al potere, al costume, all’economia, al modo in cui gli individui  ricevono messaggi veicolati da parte di leader carismatici  e da parte dei mass media. Gli individui sono vittime e artefici del mantenimento o della rivoluzione di un determinato sistema ecologico, e ciò dipende da un elemento fondamentale che è quello del controllo. L’uomo  và sempre studiato nel contesto in cui vive, e le persone, i gruppi e le istituzioni devono essere studiati nel laboratorio della vita della comunità nel suo complesso.

L’ecologia è una struttura fissa ed i processi ecologici di concentrazione, dispersione, segregazione e successione degli uomini all’interno delle aree naturali e delle comunità, costituiscono la realtà urbana. L’ecologia umana è la struttura fisica che condiziona l’assetto della città con effetti sulle organizzazioni economiche, culturali e politiche delle comunità presenti al suo interno. L’ecologia naturale è lo studio della città, di uomini simili che sono concentrati nella stessa area naturale, e definisce la distribuzione della popolazione all’interno dello spazio urbano.

L’assetto ecologico si serve di una sorta di piano regolatore utile a regolare i processi di sviluppo urbano, che attribuisce delle funzioni a specifiche zone della città,  e tende a governare la distribuzione ecologica della popolazione. Esso in realtà un progetto irrealizzabile perché esistono forze sociali che determinano ed indirizzano determinati soggetti sociali verso alcune aree sociali piuttosto che altre.

Gli individui hanno dei limiti di azione nello scegliere lo spazio urbano in cui insediarsi perché ad esempio esistono gruppi che non comunicano tra loro, aree che non si riconoscono tra loro e processi sovraordinati  che limitano la forza collettiva degli individui come forze sociali non controllabili.

Lo spazio urbano è il prodotto di rappresentazioni simboliche che modificano lo stesso spazio urbano. La dimensione simbolica modifica lo spazio urbano e le divisioni sociali vengono rafforzate dalle divisioni urbane, e lo spazio urbano è qualcosa che risponde ad usi molteplici ed eterogenei ed alla possibilità di esprimere le proprie inclinazioni.

Gli uomini hanno da sempre avuto il potere di modellare il loro sistema ecologico, rivoluzionarlo, attraverso la cooperazione, oppure attraverso il conflitto, un sistema che andrà ad inserirsi in un paradigma storico generazionale ben preciso e che darà vita ad un nuovo sistema ecologico e sociale.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.