L’investimento sulle energie rinnovabili e sull’efficentamento energetico può realmente essere uno strumento per affrontare oltre alla crisi climatica anche quella economica che ha colpito tutti i paesi industrializzati?

 Le fonti energetiche rinnovabili sono da tempo considerate una valida alternativa alle normali fonti di approvvigionamento energetico. La crescita evidenziata negli ultimi anni è stata stimolata dallo sviluppo tecnologico e dai forti investimenti sia da parte del settore pubblico che del privato.

L’aspetto ambientale della questione è sicuramente uno stimolo non secondario da sottolineare: l’aggravarsi della crisi ecologica ha sviluppato la sensibilità ambientale di molti, ma l’aspetto centrale è sicuramente da ricondurre ai forti margini di guadagno intravisti da molte aziende e alle possibilità di risparmio economico che un investimento sulle fonti rinnovabili può portare alle famiglie nel medio periodo.

La crisi economica ha incentivato fortemente tale sviluppo e diversi studiosi vedono oggi nelle fonti rinnovabili uno strumento di investimento importante per rilanciare l’economia mondiale e per far crescere l’occupazione.

Per energie rinnovabili si può intendere: “quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala dei tempi "umani" e, per estensione, il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future” (Wikipedia).

Sono quindi rinnovabili il sole, il vento, il mare, il calore della Terra, ovvero quelle fonti il cui utilizzo attuale non ne pregiudica la disponibilità nel futuro. I dati del 2009 indicano che la produzione di energia elettrica dalle rinnovabili è cresciuta, passando da 58.164 GWh a 66.018 GWh (fonte GSE), con un rilevante incremento dell’eolico e del fotovoltaico. I contesti territoriali evidenziano l’emergere di specifiche vocazioni e un minor distacco tra il Nord ed il Sud del paese.

Nel quadro europeo l’Italia sta in parte recuperando il gap da quelle altre nazioni (Germania e Spagna) che hanno investito prima e meglio sulle energie alternative, ma molto resta da fare soprattutto sul versante della programmazione di un vero e proprio piano energetico nazionale, nella razionalizzazione degli interventi e nello snellimento delle procedure burocratiche di autorizzazione.

La creazione di una politica energetica nazionale che punti fortemente sulle energie rinnovabili, coinvolgendo tutte le realtà regionali, è un passo fondamentale per uno sviluppo omogeneo delle azioni da mettere in campo. Come detto, in questa fase di crisi tale investimento è ancora più importante in quanto si potrebbe coniugare la lotta ai cambiamenti climatici con il rilancio economico e occupazionale in questo ambito, con la riconversione e l’aggiornamento professionale di molti lavoratori. Le stime, pur variando a seconda degli scenari presi in considerazione, prevedono una discreta crescita del PIL e un forte incremento lavorativo (tra le 100.000 e le 200.000 unità).

Accanto alle energie rinnovabili è fondamentale e non secondario mettere in atto comportamenti e azioni che mirino al risparmio energetico e adottare misure concrete per l’efficienza energetica. In questo ambito sarebbe importante realizzare, in primo luogo, interventi sul patrimonio edilizio esistente per ridurre gli sprechi di energia e costruire; in secondo luogo, nuovi edifici con criteri che riducano al massimo la dipendenza energetica. Questa è la vera e urgente sfida per i prossimi anni, accanto a quella per un efficace ammodernamento dei mezzi di trasporto e per la mobilità sostenibile.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.