Indice

Tra i più rilevanti, sono state identificate molte caratteristiche che lo spettatore considera importanti: l’apparenza fisica, il linguaggio, il comportamento, le reazioni emotive, le espressioni non verbali e l’attribuzione di tratti positivi o negativi
Spesso, nel caso di trasmissioni di fiction, questi elementi vengono associati agli attori piuttosto che ai personaggi (Hoffner e Cantor, 1991).
Gli spettatori di questo genere televisivo costruiscono rappresentazioni coerenti dei protagonisti sulla base della loro esperienza e comprensione del programma: la scelta del personaggio sono quindi determinate non solo dalle caratteristiche esteriori ma anche dalla percezione del loro ruolo nella storia.
La scelta dei personaggi preferiti non avviene semplicemente in funzione dei loro attributi, del loro status o ruolo ma anche, e soprattutto, dalle caratteristiche che il pubblico predilige e si aspetta (Livingstone, 1992).
Riguardo i processi di identificazione dei bambini con i personaggi televisivi, si rilevano chiare differenze di genere: la forza fisica e il livello di attività dei personaggi per i maschi, la bellezza fisica per le femmine sono predittori del desiderio di assomigliare a quel personaggio.
Per i ruoli maschili, l’attributo che dà luogo all’identificazione è l’intelligenza, mentre per le femmine è anche la simpatia.
I maschi preferiscono personaggi del loro stesso sesso, mentre circa la metà delle bambine sceglie un eroe maschile: questo, probabilmente, avviene in ragione della diversità e degli stereotipi sessuali dei personaggi maschili e femminili e conseguentemente dei ruoli ad essi attribuiti: il protagonista forte e coraggioso nella maggioranza dei casi è un maschio (Hoffner, 1996; D’Alessio, 2003).
Anche le scelte dei preadolescenti e degli adolescenti sono motivate dall’attrattività fisica dei personaggi, alla quale, tuttavia, si associa anche la valutazione delle caratteristiche della personalità, seguendo l’evoluzione tipica del pensiero di questa fascia di età che si stacca dalle caratteristiche oggettive e fisiche legate alla percezione tipicamente infantile (Harter, 1990).
Questo aspetto potrebbe spiegare una differenza, rispetto ad adulti e bambini, nella scelta del personaggio preferito: i preadolescenti e gli adolescenti, sia maschi che femmine, non indicano una preferenza per i personaggi dello stesso sesso (Cohen, 1999).

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.