Indice

Dai dati sulla frequenza dell’ascolto di bambini e ragazzi forniti dal Servizio opinioni della RAI, si rileva che tra i soggetti presi in esame “la Tv è oggetto di consumo serale ma prevalentemente solitario”.
Si è discusso molto del ruolo che la televisione svolge sulla determinazione e induzione di modelli e valori dei bambini e degli adolescenti.
La televisione ha più di un potere: in primo luogo crea dipendenza, cioè rende le persone incapaci di vivere senza.
Molte persone sono così dipendenti dalla televisione da soddisfare i criteri con i quali il concetto di dipendenza viene definito dal manuale ufficiale di diagnosi psichiatrica: il DSM IV. Infatti, come afferma lo psicologo Rober Kubey (1992), i grandi consumatori di TV utilizzano la televisione con le stesse modalità funzionali con cui un tossicodipendente fa uso di sostanze ad azione psicotropa. Questi individui, infatti:
§        Usano la televisione come un sedativo
§        Guardano tutto in modo indiscriminato e senza una decisione preventiva
§        Perdono ogni meccanismo di controllo della volontà
§        Durante la visione sono spesso arrabbiati con se stessi per aver guardato troppa TV ma contemporaneamente non sono in grado di ridurre la quantità del tempo destinata a tale attività
§        Non sono capaci di smettere di vederla quando realmente lo vogliono
§        Si sentono in colpa quando vengono scoperti a guardare la Tv

Sono, ovviamente, casi estremi di dipendenza psicologica verso il mezzo televisivo, che sembra avere per questi soggetti e in linea di massima per tutti gli individui, proprietà rilassanti, catartiche, di alienazione dalla realtà.

Secondo Murray (1980) il massimo consumo di televisione avviene intorno ai 12 anni e poi decresce lentamente durante l’adolescenza per lasciare spazio agli altri media che appassionano i giovani, come radio e musica.
Questo assunto dimostra la costruzione, la formazione e la crescita di quello che Sartori (1997) definisce “homo videns”: un modello di mente legato al vedere più che all’esperire, che crede e definisce reale ciò che vede e non ciò che fa.

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.